Mantova, calciatore 27enne si accascia durante la partita e muore

Un giovane calciatore di soli 27 anni è morto a causa di un improvviso malore che lo ha stroncato durante una partita. Tutti i dettagli di quanto accaduto

Il giovane Dimitri Roveri, capitano del Quingentole, 27enne, stava giocando la partita dei play off domenica 8 maggio quando, colto da un improvviso malore si è accasciato a terra. E’ stato subito ricoverato al San Raffaele di Milano in gravissime condizioni. Purtroppo per lui non c’è stato però nulla da fare.

dimitri roveri morto malore
Dimitri Roveri (Facebook)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>> Macabra scoperta sulla stradale: cadavere di un ragazzo in una piazzola di sosta

E’ accaduto domenica 8 maggio a Casalpoglio, provincia di Mantova. Dimitri Roveri, capitano del Quingentole, stava disputando la partita dei play off. Improvvisamente si è accasciato colpito da un malore di natura sconosciuta. In campo è subito intervenuta la sorella che ha utilizzato prontamente il defibrillatore. Successivamente il calciatore 27enne è stato subito trasportato all’ospedale San Raffaele di Milano. Purtroppo le sue condizioni già molto gravi sono peggiorate e per il giovane non c’è stato più nulla da fare.

Partita finita in tragedia. Dimitri Roveri muore in campo a soli 27 anni

dimitri roveri muore in campo
Dimitri Roveri (Facebook)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>> Cadavere trovato in una zona di campagna: a lanciare l’allarme alcuni cacciatori

Sarebbe diventato papà a breve il 27enne Dimitri Roveri. Calciatore dilettante, attaccante e capitano del Quingentole, considerato un grande talento, avrebbe fatto sicuramente carriera nel mondo del calcio. Lavorava come giardiniere e addetto alle pulizie in una casa di riposo del mantovano, era fidanzato e sarebbe diventato presto papaà.

Dimitri stava disputando la partita dei play off del campionato Ulisp Open League di Mantova sul campo di Casalpoglio, frazione di Castel Goffredo (provincia di Mantova).

Stava giocando tranquillamente con i suoi compagni di squadra quando è stato visto accasciarsi a terra. Il giovane è stato colpito da un malore. E’ ancora poco chiaro di cosa si sia trattato nello specifico. Dopo l’intervento della sorella, scesa in campo per soccorere il fratello utilizzando il defibrillatore, il giovane calciatore, in condizioni molto gravi, è stato trasportato al San Raffaele di Milano. Nonostante i tempestivi tentativi di rianimarlo, il giovane non ce l’ha fatta e qualche ora dopo si è spento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>> Cadavere trovato in una zona di campagna: a lanciare l’allarme alcuni cacciatori