“Dalla faccia in giù mi fai schifo”, Tina Cipollari insultata sul fisico: la reazione è furibonda

A Uomini e Donne una lite furibonda ha visto protagonista Tina Cipollari: insultata sul fisico, l’opinionista ha sferrato un attacco senza precedenti al cavaliere

Si sta avvicinando il finale di stagione di “Uomini e Donne” e il pubblico non vede l’ora di scoprire come finiranno i percorsi di Luca Salatino e Veronica Rimondi. Parallelamente, cresce anche l’attesa rispetto alle dinamiche del Trono Over, che anno dopo anno appassiona sempre di più i telespettatori.

Tina Cipollari uomini e donne
Tina Cipollari e Gianni Sperti (Instagram)

Essendo ormai agli sgoccioli dell’edizione di quest’anno, gli opinionisti Tina e Gianni sembrano accusare parecchia stanchezza, ed anche una buona dose di insofferenza nei confronti di tutti quei siparietti poco chiari a cui gli over non mancano di dar vita. Proprio nel corso dell’appuntamento di oggi, mercoledì 11 maggio, la Cipollari si è resa protagonista di un diverbio piuttosto acceso con uno dei membri del parterre.

La puntata, che già di per sé appariva infuocata fin dalle premesse, è proseguita con toni a dir poco furibondi. La bionda opinionista, insultata pesantemente sull’aspetto fisico, ha reagito all’attacco sfoderando tutta la propria cattiveria. Persino Maria De Filippi, che solitamente non ama sbilanciarsi, non è riuscita a trattenersi rispetto a quanto ascoltato: “non si dicono queste cose ad una donna!“.

“Dalla faccia in giù mi fai schifo”, Tina Cipollari insultata sul fisico: la reazione è furibonda

Biagio Di Maro uomini e donne
Biagio Di Maro (Instagram)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> YesLove, se non puoi dirlo agli altri, dillo a noi! L’amore si è spento, non lo lascia perché teme lui possa fare gesti inconsulti

Tra i cavalieri che riescono ad infuocare maggiormente le dinamiche del dating show c’è indiscutibilmente Biagio Di Maro. Ogni volta che il partenopeo si siede al centro studio per raccontare le proprie conoscenze, Tina Cipollari non perde occasione per beffarsi di lui davanti a tutti.

Secondo l’opinionista, infatti, l’uomo non sarebbe interessato a nessuna dama del parterre, ma solo ad accrescere la propria visibilità. Nel corso della puntata di oggi, mercoledì 11 maggio, il cavaliere ha narrato con entusiasmo gli sviluppi della frequentazione con Sylviane.

Quest’ultima, che pur ha ribadito di essere aperta a nuove conoscenze e di non volersi fossilizzare su Biagio, lo ha definito un uomo “d’altri tempi“. “Si vede che ha dei valori, con me è stato gentile” ha tentato di spiegare la dama, prima che Tina Cipollari la interrompesse per intromettersi nel discorso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> “Sono stata zitta perché…” la stangata di Anna Tatangelo a Gigi D’Alessio: la verità

Cosa ci troverete in Biagio non lo capirò mai…” ha sentenziato stupefatta l’opinionista. Tina ha inoltre aggiunto che, dal suo punto di vista, Di Maro non solo avrebbe un atteggiamento ambiguo e costruito, ma addirittura non sarebbe neanche un uomo a tal punto affascinante da meritare tutte queste attenzioni.

La reazione del cavaliere, che per l’ennesima volta si è sentito attaccato, è stata a dir poco incontrollabile. Mai, in tutti questi anni di “Uomini e Donne”, Biagio si era permesso di rivolgersi in simili termini all’opinionista, nonostante i ripetuti attacchi di quest’ultima.

Neanche tu sei il mio tipo” – è esploso il partenopeo, proseguendo – “Dal collo in giù non mi piaci per niente, salvo solo la faccia“. Un’esternazione, quella di Di Maro, che ha lasciato di sasso tutto il pubblico presente in studio. Maria De Filippi, che lo ha redarguito pesantemente, non è riuscita in alcun modo a placare l’ira di Tina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> “So cosa pensi” Paola Iezzi durante il party la mano va proprio lì, in FOTO è una meraviglia

La reazione della Cipollari è stata furibonda, al punto tale che i due hanno continuato a battibeccare senza sosta. “Io di te non salverei neanche la faccia!” ha chiosato l’opinionista, che con questa frase si è guadagnata l’applauso unanime del pubblico.