Oligarca russo rivela le gravi condizioni di salute di Putin: “ha un cancro al sangue”

L’ultima rivelazione di un oligarca sembra confermare le voci sul peggioramento delle condizioni di salute del leader del Cremlino.

Si intensificano le voci sul peggioramento delle condizioni di salute del presidente russo Vladimir Putin. Stando a quanto riporta Independent, l’ultima rivelazione arriva da un oligarca a stretto contatto con i vertici del Cremlino.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da HuffPostItalia (@huffpostitalia)

“Putin è molto malato: ha un cancro al sangue”

putin cancro malato
Vladimir Putin (Ansa)

Putin è molto malato: ha un cancro al sangue”, è stata questa la rivelazione svelata da un oligarca durante una telefonata registrata segretamente. La notizia, lanciata dal New Lines Magazine, è stata immediatamente condivisa dai principali media internazionali. Stando a quanto si apprende dalle fonti ufficiali, l’informazione è ampiamente condivisa dai servizi segreti dell’intelligence ucraina. Ad asserirlo è Kyrylo Budanov,capo e portavoce dei servizi segreti dell’Ucraina durante l’intervista per Sky News: secondo gli 007 di Kiev, lo “zar di Russia” è molto malato a livello sia fisico sia psicologico.  “Il problema è nella sua testa; un pazzo può capovolgere il mondo” – si sente nella corrispondenza telefonica.

NON PERDERTI ANCHE >>> Bambino di 8 anni mangia una pizza e muore: secondo caso dell’anno

Le indiscrezioni sul presunto peggioramento delle condizioni di salute di Vladimir Putin si sono intensificate a partire dall’ultima apparizione del leader del Cremlino alla parata del 9 maggio. In quell’occasione, la presenza del presidente della Federazione Russa ha alimentato le discussioni a causa di quella copertina che copriva le sue gambe durante l’evento.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Tragico incidente: figlio di un noto chef muore falciato da un auto

Stando a quanto riporta New Lines Magazine, l’oligarca, chiamato con lo pseudonimo Yuri, ha rivelato di essere stato uno dei confidenti più stretti di Vladimir Putin; privilegio che ha perso di recente. Tra le confessioni c’è il dolore di un’intera nazione, piegata alla volontà cieca di Mosca e del suo leader, che “ha completamente perso la testa.” Le parti principali della registrazione telefonica riportano il peggioramento della grave patologia del presidente russo; “gravemente malato di cancro al sangue” e la sua follia, causa principale della crisi umanitaria in Ucraina e socio-economica in Russia e in tutto il mondo: “È impazzito, speriamo tutti che muoia di cancro o in un colpo di stato per salvare la Russia.