Sparatoria nel supermercato. Uccide 10 persone e trasmette live sul web

Sparatoria nella città di Buffalo, negli Stati Uniti d’America. Un ragazzo di soli 18 anni ha aperto il fuoco in un noto supermercato. Dieci morti e tre feriti

E’ accaduto a Buffalo, la seconda città più grande dello Stato di New York. Payton Gendron, giovane studente 18enne di Concklin, Pomona, ha aperto il fuoco dentro un noto supermercato della famosa catena Tops. Il bilancio attuale è di 10 morti e tre feriti. Si indaga per crimine d’odio razziale ed estremismo.

strage buffalo
Sparatoria Buffalo (Ansa)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>> Scomparso durante una passeggiata: trovato morto in spiaggia da un passante

Il giovane suprematista bianco aveva messo precedentemente online un manifesto di ben 106 pagine in cui mirava ad affermare la superiorità della popolazione bianca. Vari messaggi ed affermazioni razziste tra cui: “voglio che capiate una sola cosa da questo scritto. Devono cambiare i tassi di natalità dei bianchi. La popolazione bianca diminuisce“.

Strage nella città di Buffalo. Giovane suprematista bianco spara dentro il supermercato. Arrestato

sparatoria buffalo
Sparatoria Buffalo (Ansa)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>> Scontro frontale sulla superstrada: morto giovane padre, feriti quattro ragazzi

Il 18enne si è presentato all’interno del noto supermercato indossando abiti militari ed era armato di un fucile d’assalto AR-15. Sul casco che indossava aveva montato una telecamera che ha utilizzato per trasmettere la strage in diretta sulla piattaforma Twitch, utilizzando il nickname Jimboboiii Circa 70 i proiettili sparati, tutti rivolti alle persone di origini afroamericane. Nella sparatoria sono state però colpiti (probabilmente per sbaglio) anche due bianchi.

Quando la polizia è giunta a Jefferson Avenue, dove si trovava il supermercato, si è trovata davanti una scena terrificante, corpi straziati e sangue ovunque. Dieci i morti e tre i feriti. L’intera comunità sconvolta da quanto accaduto.

L’omicida non ha scelto il supermercato a caso. E’ stata una scelta mirata in quanto, lo store si trova in un quartiere della città popolato perlopiù da afroamericani.

All’arrivo della polizia il ragazzo si è inizialmente puntato una pistola al mento, con l’intento di farla finita, poi si è invece inginocchiato a terra, togliendosi il casco che indossava; a quel punto gli agenti gli si sono gettati addosso e hanno proceduto ad arrestarlo.