Bancomat, attenti a questo oggetto: “Ti può rovinare” i dettagli di un disagio

Arriva la truffa perfetta messa a punto dai ladri dei bancomat, sempre meglio controllare alcune cose prima di prelevare.

I truffatori sono sempre in agguato, non solo il fine settimana quando ci sono maggiori prelievi in vista del weekend e delle uscite serali o gite fuori porta. Se la crisi economica ed i rincari sono sempre dietro l’angolo ora lo sono anche i maghi del bancomat. Questi hanno infatti escogitato un nuovo modo ingegnoso per prelevare denaro dopo ogni accesso degli ignari cittadini.

Bancomat truffa della molletta dettagli
Bancomat (Pixabay)

Si stanno facendo sempre più ingegnosi, la crisi monetaria pesa anche su di loro e sono corsi ai ripari mettendo a punto un metodo infallibile per derubare in modo sicuro e veloce.

L’allerta è stata data da Poste Italiane che ha fatto presente il meccanismo qualche tempo fa dopo un grave fatto avvenuto a Civitanova Marche ai danni di una signora del luogo. Entriamo nel merito e capiamo come funziona questa truffa macchinosa.

“Truffa della molletta” perfetta, controlla questa cosa sempre prima di prelevare

Bancomat truffa della molletta dettagli
Bocchetta erogatrice Bancomat (Pixabay)

La notizia arriva da Civitanova Marche, una cittadina in provincia di Macerata, dove una signora qualche settimana fa si è recata allo sportello per prelevare 600 euro.

Ha inserito correttamente prima la carta e poi il PIN, ma non ricevendo alcun importo se n’è andata pensando ad un malfunzionamento del bancomat. Si è accorta della truffa solo un paio di giorni dopo quando consultando il saldo personale effettivamente si è resa conto che la somma le era stata comunque prelevata.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Evasione fiscale e bancomat, 30 euro di multa immediata allo sportello: quando scatta la sanzione

Accertamenti successivi e anche le telecamere di videosorveglianza hanno spiegato che si è trattata di una “frode della molletta”. Così denominata proprio per via del piccolo fermaglio usato all’interno della bocchetta che eroga i soldi.

La molletta ha infatti bloccato l’erogazione del denaro che è rimasto fermo sotto l’erogatore difficilmente visibile. In seguito, il truffatore ha ritirato i soldi semplicemente sbloccando la molletta inserita poco prima.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Bonus 200 euro: duro colpo per gli italiani. Ci sono degli esclusi: ecco chi è stato “scartato”

Il consiglio è sempre quello di stare attenti quando andiamo a prelevare. Fate attenzione che nelle immediate vicinanze non ci sia nessuno mentre digitate il PIN e controllate che non ci sia nulla che ostruisce la bocchetta e che possa bloccare l’erogazione del denaro. In caso di dubbi contattate immediatamente la Polizia.