Ragazza morta, investita da un automobilista ubriaco: cosa è successo

Un incidente tragico sui bordi della strada. E’ successo durante le prime ore della giornata quando un automobilista ha travolto una giovane ragazza.

Sono le prime ore del mattino quando una ragazza che passeggiava su un marciapiede è stata colpita e travolta da un’auto impazzita. E’ accaduto a Verona e più precisamente vicino a Porta Vescovo in una giornata come le altre. Per la ragazza non c’è stato nulla da fare. La Polizia ora indaga sull’investitore e avrebbe scoperto dettagli significativi sull’incidente.

ragazza 29 anni verona uccisa
(Pixabay)

L’automobilista, al volante di una Volkswagen Polo, sarebbe fuggito dopo l’incidente. La ragazza, di soli 29 anni, sarebbe stata travolta e uccisa sul marciapiede e sarebbe morta sul colpo, subito dopo l’impatto. L’automobilista che ha investito la giovane non si sarebbe poi fermato a prestare soccorso. Qualche chilometro più avanti rispetto al luogo dell’incidente, l’uomo sarebbe stato fermato da una volante della polizia locale.

Scontro fatale sul marciapiede: l’automobilista era ubriaco. Indaga la polizia

ragazza travolta auto Verona
(Pixabay)

Secondo quanto si apprende dalle notizie ANSA e come riporta Leggo, la ragazza era una cameriera e lavorava in pizzeria da diversi anni. Le sue origini sono marocchine ed è in Marocco che la sua famiglia vivrebbe ancora. Il pirata dell’auto, dopo aver perso il controllo della vettura sarebbe fuggito via dall’incidente senza prestare soccorso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cadavere di un uomo recuperato in mare: è giallo

Alcuni testimoni, come riporta Leggo, parlano di un incidente ad impatto devastante. Una violenza e una velocità che non potevano salvare la vittima che si è trovata nel luogo sbagliato al momento sbagliato. Ma la Polizia che avrebbe identificato il ragazzo alla guida ha già aperto le indagini. Per il pirata si sarebbero aperti provvedimenti cautelari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tragico incidente stradale nella notte: due morti ed un ferito

A indagare il Pubblico Ministero Alberto Sergi che avrebbe quindi ricostruito la dinamica dei fatti. Il ragazzo, dopo aver perso il controllo sulla guida, avrebbe puntato sul marciapiede. Le analisi tossicologiche rivelano un particolare: nel sangue dell’automobilista si sarebbe trovato un altissimo livello di alcol, almeno tre volte superiore a quello stabilito dai limiti di legge, come riporta Leggo.