Precipita in una scarpata durante un giro in bici: escursionista trovato morto

È stato trovato morto l’escursionista di 61 anni scomparso durante un giro in bici sul colle San Bartolo (Pesaro). La vittima sarebbe precipitata in una scarpata.

A distanza di alcune ore si sono concluse nel peggior modo possibile le ricerche di un uomo di 61 anni scomparso durante un’escursione in bici sul colle San Bartolo (Pesaro). I vigili del fuoco hanno individuato e recuperato il suo cadavere tra la vegetazione.

Pesaro escursionista morto precipita scarpata
(Albo – Adobe Stock)

Il 61enne si ipotizza sia precipitato, per cause ancora da chiarire, in una scarpata: un volo di oltre 70 metri che non gli ha lasciato scampo. A determinare la drammatica vicenda saranno gli accertamenti dei carabinieri.

Pesaro, tragedia sul colle San Bartolo: escursionista 61enne precipita in una scarpata e muore

Pesaro escursionista morto precipita scarpata
(bepsphoto – Adobe Stock)

Un escursionista è morto nel pomeriggio di ieri, martedì 24 maggio, sul colle San Bartolo, in provincia di Pesaro. Si tratta di Guglielmo Ricci, 61enne residente a Vallefoglia.

L’uomo era uscito da casa ieri mattina per un giro in bici. Preoccupati per il suo mancato rientro, scrive Il Corriere Adriatico, i familiari hanno informato i carabinieri dell’accaduto. È stata attivata, dunque, la macchina delle ricerche a cui hanno preso parte i militari dell’Arma e le squadre dei vigili del fuoco.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Investito da un camion mentre cambia una gomma: morto un uomo

I soccorritori si sono recati sul posto ed hanno trovato, lungo un sentiero, la bici di Ricci con una gomma bucata. Le ricerche si sono, dunque, concentrate nell’area e, poco dopo, la tragica scoperta: il corpo ormai senza vita dell’escursionista in fondo ad una scarpata tra la vegetazione. I pompieri si sono calati ed hanno recuperato la salma, operazioni complicate considerate le condizioni del luogo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Orrore sui binari della metropolitana: trovato il cadavere di un uomo

Non è chiaro come il ciclista sia precipitato da un’altezza di oltre 70 metri. I carabinieri, riferiscono i colleghi della redazione de Il Corriere Adriatico, ipotizzano che il 61enne si sia fermato durante il giro dopo aver forato una gomma. A quel punto potrebbe essere caduto nella scarpata accidentalmente o forse a causa di un malore.