Senegal: è strage di bambini in ospedale. La causa della tragedia

Una tragedia senza precedenti. Undici bambini sono morti un incendio in Senegal, la notizia ha sconvolto il Mondo intero. 

Non c’è stato nulla da fare per undici bambini (neonati) che hanno perso la vita in un ospedale in Senegal, il rogo che si è diffuso rapidamente nel reparto li ha uccisi in pochissimi minuti. A nulla sono valsi i soccorsi.

Senegal incendio ospedale
Senegal bandiera – Pixabay

La causa della tragedia è da annoverare ad un guasto elettrico, un corto circuito che si è verificato per cause ancora da accertare da parte della autorità competenti.

Un dolore che non lascia scampo, comunità senza parole

incendio senegal neonati morti
Piedi neonato – Pixabay

Non ci sono parole per descrivere i momenti di terrore che hanno vissuto i genitori degli undici neonati bruciati vivi dall’incendio, sbirciando sui social si apprende che le grida sono state strazianti. La città di Tivaouane, nel Senegal occidentale è sotto shock.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —–> Spesa in Italia, sarà sempre più difficile: la situazione è da brividi

Ad annunciare lo spaventoso incidente è stato Macky Sall, presidente del Paese che con un messaggio su Twitter ha comunicato: “Ho appena appreso con dolore e sgomento della morte di 11 neonati nell’incendio del reparto neonatale dell’ospedale pubblico”. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> In Italia inizia a mancare il gas: è forte il rischio blackout

L’ospedale in questione è il Mame Abdou Aziz Sy Dabakh, la causa sarebbe da annoverare ad un corto circuito (ipotesi ancora a vaglio degli inquirenti), da quello che è emerso, l’incendio si è propagato rapidamente e a nulla sono valsi i soccorsi.

Il sindaco della città, Demba Diop, nello sgomento generale ha comunicato che tre bambini sono stati tratti in salvo e stanno bene, mentre i media locali riferiscono che l’ospedale in questione era stato inaugurato di recente.

Una simile notizia ha scosso l’intera comunità, solo il tempo sanerà le ferite provocate dalla tragedia. Al momento dell’incendio in centinaia hanno cercato di aiutare i neonati che dormivano nelle loro cullette, ma le fiamme sono state troppo veloci. Il fuoco ha inghiottito tutto in pochi minuti, non lasciando scampo a povere anime innocenti pronte ad andare a casa e vivere in serenità con le loro famiglie.