Muore colpito da un grosso ramo: la tragedia davanti al fratello

Un uomo di 50 anni è morto ieri a Cevo (Brescia) dopo essere stato centrato da un grosso ramo di un albero che stava tagliando insieme al fratello.

Tragedia a Cevo, in provincia di Brescia, dove un uomo di 50 anni ieri pomeriggio ha perso la vita colpito da un grosso ramo mentre stava tagliando degli alberi. Ad assistere al dramma il fratello che ha immediatamente chiamato il numero unico per le emergenze.

Brescia colpito grosso ramo morto 50enne
(karapiru – Adobe Stock)

Intervenuti immediatamente i sanitari del 118 che, una volta sul posto, non hanno potuto far altro che constatare il decesso del 50enne. A condurre tutti gli accertamenti per chiarire la dinamica di quanto accaduto i carabinieri.

Brescia, 50enne muore colpito da un grosso ramo: la tragedia sotto gli occhi del fratello

Brescia colpito grosso ramo morto 50enne
(Shjmira – Adobe Stock)

Terribile quanto accaduto ieri pomeriggio, sabato 28 maggio, a Cevo, piccolo comune di circa mille della provincia di Brescia. Roberto Rodella, operaio 50enne di Valle, frazione del comune di Saviore dell’Adamello, è morto mentre tagliava degli alberi.

Secondo quanto appurato dalle forze dell’ordine, sembra che Rodella si trovasse insieme al fratello con il quale stava tagliando due abeti pericolanti in località Mulino. Improvvisamente, riferiscono i colleghi de Il Corriere di Brescia, un grosso ramo si sarebbe staccato mentre uno dei due tronchi ha iniziato a rotolare ed ha colpito alla testa il 50enne che si è accasciato al suolo privo di sensi. Il fratello ha, dunque, subito chiamato i soccorsi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Scontro tra scooter e auto ad un incrocio: morta una donna

Presso il luogo indicato si sono precipitate un’ambulanza e l’elisoccorso dell’Areu 118. I sanitari hanno provato a rianimare il 50enne, ma ogni sforzo si è rivelato vano: alla fine si sono arresi all’evidenza dichiarandone la morte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Colto da un malore durante la gara di rally: pilota muore sotto gli occhi della figlia

Accorsi anche i carabinieri della Compagnia di Breno che si sono occupati di ricostruire i fatti informando il magistrato di turno. Appurata la tragedia, il pm, scrive Il Corriere di Brescia, non ha stabilito ulteriori esami sulla salma disponendone la restituzione ai familiari per le esequie.

INTERVISTA A MANILA NAZZARO – IL VIDEO