Dramma in un’azienda: operaio muore mentre lavora

Ieri sera a Chiampo (Vicenza), un operaio di 66 anni è morto dopo essere stato schiacciato dal muletto sul quale si trovava mentre lavorava in un’azienda di marmi.

Ancora vittime sul lavoro nel nostro Paese. Ieri l’ennesima: un operaio di 66 anni è morto dopo essere stato travolto dal muletto sul quale si trovava all’interno di un’azienda di marmi a Chiampo, in provincia di Vicenza.

Chiampo operaio morto travolto muletto azienda
(Claudio Caridi – Adobe Stock)

Scattato nell’immediato l’allarme ai soccorsi che si sono precipitati sul posto. A nulla, però, è servito il tempestivo intervento dei soccorsi che hanno potuto solo dichiarare il decesso del 66enne per le gravi lesioni riportate nell’incidente.

Chiampo, muletto si rovescia in un’azienda di marmi: operaio di 66 anni muore schiacciato

Chiampo operaio morto travolto muletto azienda
(scorcom – Adobe Stock)

Un operaio è morto mentre lavora. È accaduto ieri sera, lunedì 30 maggio, a Chiampo, comune in provincia di Vicenza. La vittima è un 66enne, di cui non è stata resa nota l’identità.

L’operaio, stando alle prime ricostruzioni delle forze dell’ordine, come riporta la redazione de Il Gazzettino, stava effettuando delle operazioni a bordo di un muletto all’interno di un’azienda che si occupa della lavorazione del marmo, sita in via Fabbrica. Improvvisamente, però, il mezzo si è ribaltato dal piano stradale al deposito interrato travolgendo il 66enne.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Si getta dal terzo piano dell’ospedale: muore una donna

I colleghi, presenti sul posto, hanno chiamato subito il numero unico per le emergenze e presso l’impresa sono arrivati i vigili del fuoco e l’equipe medica del Suem 118. Le squadre di emergenza hanno liberato l’operaio da sotto il muletto, ma per lui era ormai troppo tardi: il decesso, riferisce la redazione de Il Gazzettino, sarebbe sopraggiunto sul colpo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tragico incidente in scooter: morto un ragazzo di 21 anni

Come da prassi, sul posto sono arrivati anche i carabinieri ed i tecnici dello Spisal (Servizio per la prevenzione e la sicurezza negli ambienti di lavoro) che hanno condotto i rilievi per ricostruire la dinamica dell’incidente ed appurare le cause che hanno fatto ribaltare il mezzo sul quale si trovava l’uomo.

CARO PREZZI, COSA NE PENSANO GLI ITALIANI: IL SONDAGGIO DI YESLIFE – VIDEO