Si tuffa nel lago insieme ad un amico per un bagno: 17enne perde la vita

Un ragazzo di 17 anni è morto annegato durante un bagno nel lago di Como, dove si era tuffato con un amico. Inutile la corsa disperata in ospedale.

È morto in ospedale il ragazzo di 17 anni che era stato trasportato ieri pomeriggio in ospedale dopo essere stato recuperato dalle acque del lago di Como. L’adolescente si era tuffato insieme ad un amico, ma poco dopo ha iniziato ad avere difficoltà non riuscendo ad emergere.

Como ragazzo 17 anni morto annegato Lago
Una veduta del Lago di Como (Matteo Bazzi – Ansa)

Sul posto, nella zona del Tempio Voltiano, sono arrivati i sommozzatori che hanno scandagliato le acque del lago rinvenendo poco dopo il 17enne. Trasportato subito in ospedale in condizioni gravissime, purtroppo, si è spento nella notte.

Como, annega nelle acque del lago durante un bagno con un amico: morto un 17enne

Como ragazzo 17 anni morto annegato Lago
(ChiccoDodiFC – Adobe Stock)

Un ragazzo di soli 17 anni è morto la notte scorsa, tra giovedì 2 e venerdì 3 giugno, all’ospedale Sant’Anna di Como. Il giovane era stato trasportato nel nosocomio nel pomeriggio di ieri dopo essere annegato nelle acque del Lago. A riportare la notizia la redazione de La Provincia di Como.

La vittima, residente in provincia di Milano, si era recata sulle rive del bacino, nei pressi del Tempio Voltiano insieme ad un amico. I due a quel punto avevano deciso di fare un bagno e si sono tuffati in acqua, ma per ragioni ancora da determinare, il 17enne ha cominciato ad annaspare ed è scomparso sott’acqua.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tragedia in spiaggia: muore bambino di soli 4 anni

Ad accorgersi di quanto accaduto, un 40enne che subito si è tuffato in acqua per cercare di salvarlo, ma senza esito. Nel frattempo sul posto sono intervenuti i sommozzatori dei vigili del fuoco che hanno avviato le ricerche, conclusesi una quarantina di minuti dopo con il ritrovamento del giovane.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Giovane base jumper si schianta contro delle rocce: inutili i soccorsi

A quel punto è stato portato a riva e affidato ai soccorsi del 118 che lo hanno trasportato presso l’ospedale Sant’Anna, dove i medici hanno provato in tutti i modi a tenerlo in vita. Sforzi che non sono andati a buon fine: qualche ora più tardi il cuore del 17enne ha smesso di battere per sempre.