Gratta e Vinci, l’Italia nel mirino: la situazione è preoccupante

Gratta e Vinci, il mondo della ludopatia è in crisi? Dati alla mano, ecco cosa sta succedendo in Italia. Tutti i dettagli

La dea fortuna non perde occasione di presentarsi tra gli italiani che non possono fare a meno di giocare. Che siano Gratta e Vinci, scommesse o Superenalotto, il nostro è uno dei Paesi con l’indice più alto di giocatori.

gratta e vinci allarme notizia
Gratta e Vinci (Instagram)

Nonostante la crisi economica dovuta al caro bollette e al prezzo del carburante sempre più alti, la maggior parte delle persone non si tirano indietro e continuano a tentare la fortuna. Che sia abitudine o semplice occasione, c’è sempre un motivo per giocare.

Gratta e Vinci, l’ultima scoperta sulla ludopatia

gratta e vinci notizie
gratta e vinci (Instagram)

Secondo un’indagine sul gioco, il paese italiano con più giocatori è Bari. Lo riporta una ricerca da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, circa i dati di spesa ed erario.

Si parla in particolare dell’anno 2019, quando molti cittadini non hanno potuto fare a meno di giocare e spesso arrivare anche a toccare il fondo. Circa 1,5 miliardi di euro sono stati prodotti dalle giocate della sola provincia di Bari, anche se l’anno dopo, il ricorso al gioco è sceso dell’1,2%.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Emanuele Filiberto e Clotilde Courau, ricordate la figlia Vittoria? E’ bellissima e uguale a alla madre – FOTO

I dati riportano inoltre che su 471 milioni di euro spesi per il gioco a Bari, il Fisco ha incassato una cifra di 361 milioni di euro. Si parla di un investimento vero e proprio e 56 milioni di euro provengono dai Gratta e Vinci, a seguire Lotto e lotterie tradizionali.

La ricerca ha l’obiettivo di allarmare il nostro Paese, dal momento che qualora i dati aumentassero ci sarebbe sempre più possibilità di cadere nella ludopatia, un disturbo da non sottovalutare soprattutto in determinate situazioni.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Fedez riesce nell’impresa più difficile, la posizione più ambita è sua

La ludopatia non  è soltanto un gioco patologico ma anche un disturbo psicologico. In Italia la diffusione è sempre più consistente ed è per questo che bisogna cercare di formare e supportare anche i più giovani.