Ragazzo uccide il padre e chiama i carabinieri: indagini in corso

Un ragazzo di 19 anni, questa mattina a Sesto San Giovanni (Milano), avrebbe ucciso in casa il padre 57enne ed avrebbe poi chiamato i carabinieri.

Venite, ho ucciso mio padre” con queste parole al centralino del 112 un ragazzo di 19 anni avrebbe allertato le forze dell’ordine confessando l’omicidio del genitore. È accaduto questa mattina a Sesto San Giovanni, in provincia di Milano.

Sesto San Giovanni ragazzo uccide padre
Sesto San Giovanni (Milano) i carabinieri davanti all’abitazione dove è stato trovato morto l’uomo di 57 anni (Ansa)

Dopo la telefonata, presso l’abitazione si sono precipitate le pattuglie dei carabinieri. I militari dell’Arma hanno trovato il figlio in stato di choc ed il cadavere fatto a pezzi dell’uomo, un 57enne. Non è ancora chiara la dinamica della vicenda su cui stanno indagando gli inquirenti.

Sesto San Giovanni, 19enne uccide il padre in casa e chiama i carabinieri: indagini in corso

Sesto San Giovanni ragazzo uccide padre
(Daniel Dal Zennaro – Ansa)

Omicidio questa mattina, domenica 12 giugno, a Sesto San Giovanni, comune alle porte di Milano, un ragazzo di 19 anni ha chiamato il numero unico per le emergenze dicendo all’operatore del centralino di aver assassinato il padre.

Presso l’abitazione, un appartamento sito in via Saint Denis al civico 9, sono arrivati i carabinieri della Compagnia locale, i colleghi del Sis (Sezioni Investigazioni Scientifiche) ed il medico legale. I militari, riportano i colleghi de Il Corriere della Sera, avrebbero rinvenuto il corpo ormai senza vita della vittima, un uomo di 57 anni, riverso in camera da letto: il cadavere sarebbe stato fatto a pezzi. In casa anche il 19enne, che pare soffra di gravi problemi psichici trovato in stato di choc.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Uccide il proprietario di casa e poi si toglie la vita

Sono scattati, dunque, gli accertamenti della Scientifica e le indagini che ora dovranno determinare quanto accaduto con esattezza all’interno dell’abitazione. Non si conosce ancora la dinamica del delitto e le ragioni che avrebbero spinto il giovane a commettere un simile gesto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Legato ad una sedia e con i pantaloni abbassati: falegname di Lecce ucciso in casa.

Quella verificatasi stamane è la seconda tragedia in poche ore nella provincia di Milano. Ieri pomeriggio a Vanzaghello una 57enne avrebbe prima ucciso il proprietario dell’abitazione in cui viveva, un uomo di 62 anni, poi si sarebbe tolta la vita.