Giovane uccide la madre a coltellate dopo una lite poi si barrica in casa

Tragedia nel capoluogo campano dove un giovane ha accoltellato la madre adottiva in seguito ad una lite furiosa.

E’ accaduto in seguito ad un’accesa discussione: la tragedia si è consumata all’interno di un appartamento nel centro della città partenopea.

Delitto Napoli accoltella madre
Delitto Napoli (ansa foto)

Una donna di 61 anni con il figlio adottivo di 17, sarebbero stati i protagonisti di una lite furibonda che è culminata in un epilogo drammatico.

Il giovane, infatti, avrebbe accoltellato la mamma riducendola in fin di vita. Sul posto sono prontamente intervenuti gli uomini della Polizia di Stato, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e del commissariato Decumani della Questura di Napoli.

I vigili del fuoco sono entrati dalla finestra per poter accedere all’interno dell’abitazione e hanno trovato il giovane con le mani ancora insanguinate.

Al momento dell’irruzione dei soccorsi, la donna era già morta e non c’è stato nulla da fare.

Il dramma è avvenuto nella serata del 15 giugno, in via Rampe San Giovanni Maggiore, nel cuore della zona universitaria di Napoli.

La tragedia consumatasi in serata

delitto napoli accoltellata madre
Delitto Napoli (ansa foto)

Alla donna sono state inferte numerose coltellate. Al vaglio degli inquirenti è la posizione del giovane ma la dinamica sembrerebbe essere piuttosto chiara. Da accertare se al momento del crimine i due fossero soli in casa o fosse presente qualcun altro. Tuttavia tra i residenti c’è chi è certo di aver udito delle urla provenienti dall’abitazione, tanto che i passanti, preoccupati dalle grida, hanno prontamente allertato il 113.

Il ragazzo si era addirittura affacciato dal balcone, gridando: “Aiutatemi, aiutemi! Mia madre vuole uccidersi! Mia madre vuole uccidersi! Aiutatemi!”.

Poi, dopo aver commesso il crimine, ha chiamato lui stesso il 113: “Polizia, correte, venite subito qui, sta succedendo qualcosa di terribile, fate presto”. Successivamente si è barricato in casa.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE ———-> Tragedia in una villetta: uomo trovato morto in piscina dalla compagna

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE ———-> Orrore nella notte: giovane madre uccisa in casa, fermato il marito

I vicini saranno una fonte preziosa per cercare di capire se in famiglia vi fossero vecchie ruggini o dissapori tali da poter ipotizzare un esito così tragico e fatale.

La vittima si chiama Filomena G. e lavorava per l’Asl Napoli 1 Centro ed era dirigente medico psichiatra e referente dell’unità fasce deboli e cure domiciliari, in un distretto vicino. Anche il marito era medico e lavorava in un ospedale di Napoli.