Morta neonata a soli 5 giorni dalla nascita: familiari finiti sotto indagine

Morta neonata a soli 5 giorni dalla nascita. É successo a  Burgos, un piccolo comune in provincia di Sassari. Finita sotto indagine la madre e altri familiari della piccola 

Una notizia terribile arriva dalla Sardegna, precisamente da un piccolo comune in provincia di Sassari, Burgos, con una popolazione di sole 875 anime. Si è spenta una neonata a soli 5 giorni dalla sua nascita.

Neonata morta 5 giorni di vita
(Pixabay)

La piccola era stata partorita in casa. A quanto pare le cause del suo decesso sarebbero malnutrizione o inedia. Il sostituto procuratore di Nuoro, Giorgio Bocciarelli, ha inserito nel registro degli indagati la madre della bambina (una giovane di 28 anni) con l’accusa di abbandono di incapace. Sotto inchiesta anche i nonni materni e la zia, presenti nell’abitazione dove è stato rinvenuto il cadavere della nonata. Il padre, invece, vive a Budoni e non era presente.

Morta neonata di 5 giorni di vita: tragedia a Burgos

Neonata morta 5 giorni di vita
Carabinieri (irontrybex – Adobe Stock)

Una neonata di soli 5 giorni di vita è morta a Burgos. A lanciare l’allarme sarebbero stati i nonni materni. Nonostante siano stati avvisati i soccorsi, ormai era troppo tardi; non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Infanticidio: da Elena Del Pozzo al delitto di Cogne. Storie che lasciano il segno

La bambina è stata partorita in casa dove non avrebbe ricevuto cure e assistenza adeguate. La causa del trapasso sarebbe malnutrizione o inedia ma solo l’esame autoptico darà la conferma definitiva. Sarà eseguito dal medico legale di Cagliari Alberto Chighine e verrà effettuato presso l’istituto di patologia forense dell’ospedale Santissima Annunziata di Sassari dove, attualmente, si trova la piccola salma. I risultati serviranno per valutare l’eventuale aggravamento delle ipotesi di reato imputate alla madre e ai familiari della vittima.

Il corpicino è stato rinvenuto lo scorso venerdì pomeriggio dai carabinieri di Bono, guidati dal capitano Davide Masina. Da una prima ispezione non risultano segni di percosse.

Il sindaco del piccolo paese di Burgos, Leonardo Tilocca, ha riferito, sconcertato, all’ANSA: “Tutta la cittadinanza è sconvolta per questo episodio. Credo che il nostro compito ora sia quello di stare vicini alla famiglia”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>>>Lite in strada culmina in tragedia: uomo muore in ospedale

Ha sottolineato, inoltre, il sentimento di vicinanza alla famiglia, accresciuto dal fatto di trovarsi in un comune dalle dimensioni ridotte, dove tutti si conoscono. Il sindaco ha parlato di un nucleo “economicamente a posto”, senza gravi necessità. Ha poi aggiunto: “Quello che accade all’interno delle mura domestiche molte volte si viene a saperlo soltanto a fatti accaduti… Viviamo tutti questo dramma, c’è una famiglia distrutta e anche una vita che purtroppo non c’è più. Non sarà facile dimenticare e andare avanti”.