Elisa Pomarelli chi era? La storia della ragazza lesbica “uccisa due volte”

Questa sera in onda su Crime+Investigation (canale 119 di Sky) il caso Pomarelli, la giovane 28enne uccisa da un “amico” il 24 agosto 2019.

Giugno è il mese del Gay Pride e proprio per l’occasione stasera andrà in onda “Uccisa due volte – Il Caso Pomarelli” la nuova produzione originale in prima visione assoluta dalle 22.55 su Crime+Investigation (canale 119 di Sky).

Elisa Pomarelli uccisa due volte caso femminicidio
Elisa Pomarelli (Instagram)

La storia racconta la tragicità di un lesbicidio non riconosciuto e in quanto tale sottovalutato dalla giustizia italiana, nonché poco riconosciuto dai media nazionali.

Elisa Pomarelli è uccisa dall’amico Massimo Sebastiani barbaramente in un bosco vicino casa perché lei gli confessa di essere lesbica. L’ingiustizia continua anche durante il processo quando l’uomo viene condannato a soli 20 anni di reclusione, senza che gli vengano riconosciute le aggravanti previste nei casi di femminicidio.

Il racconto di stasera mostrerò quindi le difficoltà del nostro sistema giudiziario e mediatico nel proteggere e tutelare le persone LGBTQ+.

Viviamo in una “società che rende invisibile l’identità lesbica e non riconosce l’omotransfobia come violenza”, ha dichiarato Ilaria Todde, esperta giuridica di EL*C spesso chiamata a intervenire sul caso.

“Uccisa due volte, il caso Pomarelli”, Elisa aveva solo detto la verità

Elisa Pomarelli uccisa due volte caso femminicidio
Elisa e Massimo (Facebook)

Su Elisa Pomarelli lo scorso 21 giugno è uscito anche un podcast di otto puntate scritto dall’attrice Letizia Bravi, che ha voluto dedicare questo suo lavoro al caso-femminicidio della giovane 28enne uccisa da Sebastiani.

La ragazza è stata uccisa nel pollaio in località Campogrande di Carpaneto tra le 14.11 e le 14.21 del 24 agosto 2019, dopo che si era appartata a parlare con l’amico Massimo, operaio di 45 anni.

Questo si era dichiarato a lei, ma la confessione di Elisa di essere lesbica lo ha mandato su tutte le furie tanto da ucciderla. Dopo tredici giorni, la Polizia riesce a trovare l’uomo, che rivela di averla strangolata. Era innamorato di lei e non poteva accettare di non essere ricambiato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Nadia Orlando, la 21enne strangolata dal fidanzato che non accettava la fine della relazione

Elisa subito dopo viene descritta dalla stampa come la non vittima della storia. Mentre Massimo inizia ad essere tratteggiato come un “uomo fondamentalmente buono, in preda ad un raptus passionale di fronte ad un rifiuto da parte di una donna lesbica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Elisa Amato, uccisa a colpi di pistola dall’ex fidanzato che si è poi tolto la vita

Lo speciale di stasera vuole portare nuovamente in auge un caso che ha davvero diviso la società ma che invece dovrebbe far riflettere sull’assurdità dell’accaduto. Non deve essere l’orientamento sessuale a ridurre l’entità di un femminicidio per ragioni sentimentali.