Scavano nel garage e trovano un tesoro, lo straordinario ritrovamento passerà alla storia

Stavano scavando nel garage per realizzare un box interrato ma quello che è emerso dal terreno ha lasciato tutti senza parole.

È successo in Via Tosio a Brescia, in pieno centro storico e nel pieno di una zona da sempre molto ricca di ritrovamenti archeologici negli anni passati. Nessuno però pensava che scavando un nuovo box nel proprio garage sarebbero emerso un tesoro di tale portata e spessore storico. I proprietari hanno quindi dovuto interrompere subito i lavori di ristrutturazione e chiamare urgentemente la supervisione delle Belle Arti.

Escavatrice trovate mura romane garage Brescia dettagli
Escavatrice (Instagram)

Si tratta di un viaggio nel tempo a ritroso di duemila anni almeno, tale per cui anche il soprintendente Luca Rinaldi ha così dichiarato intervistato dal Giornale di Brescia:

Un’altra grande scoperta archeologica segna per la città un 2022 straordinario, dopo il rinvenimento dei cippi miliari di Via Milano, a gennaio, il ritorno della Vittoria Alata e i ritrovamenti in estate al castello”. Vediamo nel dettaglio cosa è emerso.

Lo straordinario ritrovamento a Brescia, incredibile

Escavatrice trovate mura romane garage Brescia dettagli
Mura romane di Brescia (Instagram)

L’escavatrice mentre toglieva la terra del pavimento ha fatto emergere a molti metri di profondità delle mura romane che risalirebbero alla cinta di età augustea. Quindi databili tra il I secolo a.C. e il I secolo d.C.

Lo straordinario ritrovamento vede infatti un muro alto quasi tre metri, largo più di un metro e mezzo e lungo fino a tre metri e mezzo. I lavori di ristrutturazione del garage sono stati obbligatoriamente sospesi in attesa di svolgere maggiori analisi del reperto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Auto contromano in autostrada, almeno due morti

Ricordiamo che Brescia (Brexia) è stata costruita al centro della cosiddetta via Gallica, che collegava alcuni tra i più significativi centri di origine celtica a nord del Po. Inserita strategicamente tra la Valle Camonica e la Valle Trompia, il lago d’Iseo e il lago di Garda.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Spaventoso incidente lungo l’autostrada: padre e figlia perdono la vita

Oggi nel centro storico sono visibili il santuario di età repubblicana (I secolo a.C.), il Capitolium (73 d.C.), il teatro (I-III secolo d.C.). Senza dimenticare anche il tratto del lastricato del decumano massimo, tutti reperti di un’età antica che non è mai stata dimenticata e anche oggi è nel pieno delle ricerche artistiche.