Tregua super caldo attesa per la prima metà di agosto

Quella che stiamo vivendo è un’estate così calda da aver messo al tappeto l’intero equilibrio climatico. Le temperature massime hanno raggiunto e superato i 40 gradi, ma nella prima metà di agosto ci potrebbe essere una tregua.
Difficilmente un’estate ci è sembrata tanto calda come quella che stiamo vivendo. Che sia una stagione più torrida rispetto a quelle degli anni passati non è solo una impressione, ma un vero e proprio dato di fatto, visto che sono state registrate punte di massima di ben oltre i 40 gradi percepiti.
Calto torrido forse tregua ad agosto
da Pixabay
Le città sono diventate invivibili, tanto che difficilmente si riesce a resistere ad una passeggiata troppo prolungata nelle ore centrali della giornata; anche chi può e sceglie di trascorrere queste settimane di super caldo al mare lamenta un clima fin troppo afoso.

Temporali a ferragosto? Nella prima metà del prossimo mese forse una tregua con temperature decisamente più miti.

Calto torrido forse tregua ad agosto
da Pixabay
Le alte temperature e l’umidità, però, non solo mettono a repentaglio la salute dell’uomo, ma anche quella degli animali e della flora. In una situazione di emergenza come questa le persone più giovani o che godono di ottima salute devono comunque stare molto attente. Il forte caldo, anche se non a questi livelli, è iniziato già dalla fine della primavera; fin troppo presto, quindi. Fatto più che rilevante, perché ha contribuito ad incrementare il problema della siccità.
Già a maggio, infatti, si intuiva che la stagione estiva sarebbe stata più torrida del previsto.
Alcuni esperti, però, hanno assicurato che ben presto ci sarà un cambiamento netto nell’andamento delle temperature estive.
Di certo ci porteremo dietro questa afa fino alla fine di luglio e oltre, ma verso il 7 agosto e fino a tutta la prima metà del mese è previsto un brusco calo di oltre 10 gradi.
Insomma, forse inizieremo a vivere un’estate normale con massime di 27/28 gradi. Si potrebbe, quindi, assistere a quella che in molti chiamano la burrasca di ferragosto, con clima mite e temporali estivi, che andrebbero a stemperare l’aria.