“Riportatemelo a casa” Andrea Bocelli disperato spezza il cuore agli italiani. Il motivo

Arriva forte e chiaro l’appello del tenore italiano, serve unire le forze per questa vicenda che dura ormai da 22 anni.

Andrea Bocelli appello liberazione Chico Forti
Andrea Bocelli (Instagram) – YESLIFE.IT

In Italia è considerato il tenore per eccellenza, volto e voce di un genere lirico (unito al pop) che negli ultimi anni ha raccolto negli stadi e nei teatri il tutto esaurito per poter ascoltare il suo canto libero.

Andrea Bocelli grazie alla sua enorme fama internazionale, da anni si batte per diverse cause umanitarie a lui molto care. Una su tutte però lo sta particolarmente devastando e non lo lascia libero dall’angoscia.

Il tenore soffre ormai da 22 anni e ora ha chiesto alle istituzioni di aiutarlo, troppo forte il dolore da poter sopportare ancora.

Andrea Bocelli lancia un appello per Enrico Forti

Recentemente intervistato dal Corriere, Bocelli ha posto ancora una volta l’accento sulla vicenda dell’amico Enrico Forti, per gli amici Chico, ex produttore televisivo e velista italiano condannato per omicidio negli Stati Uniti d’America.

Andrea Bocelli appello liberazione Chico Forti
Enrico Forti (Instagram) – YESLIFE.IT

Ron DeSantis, il governatore della Florida, aveva acconsentito al suo trasferimento in Italia. Purtroppo però la Convenzione di Strasburgo del 1983 non è mai stata applicata e Forte si trova ancora prigioniero in una casa circondariale americana.

In Italia è sorto anche un movimento che cerca di smuovere le istituzioni a fare qualcosa per lui, tra questi anche Bocelli, per via della profonda e duratura amicizia che li lega fin dalla gioventù.

Bocelli, “Dopo un quarto di secolo è lui che…”

Forti ha sempre affermato di essere innocente, e Bocelli è tra quelli che lo sostengono nella sua personale battaglia di ritorno a casa per scontare, dopo i dovuti accertamenti legali, le restrizioni penali previste.

Tra di loro c’è al momento un fitto scambio epistolare, e il tenore con la moglie è stato anche a trovarlo in carcere per dargli supporto.

Il 7 settembre a Pompei è stata inaugurata una statua, sulla falsa riga delle opere incompiute di Michelangelo, in cui è stata scolpita una figura in fase di soluzione che cerca di liberarsi dalla pietra e spiccare il volo.

Metaforicamente si tratta di Enrico che nella mente dello scultore Nello Petrucci riesce a trovare un lieto fine alla sua vicenda.

Dopo quasi un quarto di secolo in carcere ci ha colpiti il fatto che se noi cercavamo di trasmettergli fiducia e positività, viceversa era lui, alla fine, ad avere parole di premura per noi.

Questa la dichiarazione di Bocelli rilasciata sempre al Corriere, un appello accorato anche alle istituzioni affinché smuovano la situazione nel più breve tempo possibile.

 

ADDIO ALLA REGINA ELISABETTA – IL VIDEO

@yeslifemagazine #regina #reginainghilterra ♬ suono originale – yeslifemagazine