Cucinare per Queen Elisabeth? Le regole imposte ai suoi chef sono pazzesche

La cucina per la Regina Elisabetta era una cosa seria. Ma ai suoi chef, anno dopo anno, ha imposto regole ferree e alcuni “no”. 

Chi non avrebbe voluto lavorare a corte o per la Regina Elisabetta? Sicuramente tra le cucine reali sono passati tantissimi chef e moltissimi noti noti. Anche Bruno Barbieri ha confessato di avere avuto il desiderio di poterle cucinare.

Queen Elisabeth: a cosa diceva di no ai suoi chef
Big Ben- Foto Pixabay-yeslife.it

Buckingham Palace è il sogno ideale per molti specialisti della cucina. Ma la Regina non concedeva molto spazio alla fantasia dei suoi cuochi e nei suoi 70 anni di regno ha dispensato diversi “no”. Queen Elisabeth era molto attenta alla gestione della sua vita privata e alla gestione del palazzo.

Cosa aveva vietato nelle cucine di Buckingham Palace

In tutto il palazzo vigevano le regole del protocollo reale. La Regina Elisabetta era realmente attenta anche a quanto si preparava nelle cucine reali e ai piatti del suo menù quotidiano. Tra le cose che la regina aveva vietato ai suoi cuochi erano sicuramente l’introduzione di nuove ricette nel menù.

Queen Elisabeth: a cosa diceva di no ai suoi chef
Buchingham Palace – Foto Pixabay-yeslife.it

La Regina quindi non amava introdurre nuovi piatti nel menù quotidiano tanto meno se all’improvviso. Secondo quanto riporta lo chef Darren McGrady alla stampa degli ultimi mesi, la Regina detestava l’introduzione di nuovi piatti e ricette nel suo menù e in quello dei suoi commensali.

“Così, come tradizione vuole” e i piatti della Regina erano sempre gli stessi

Lo staff di Buckingham Palace era quindi obbligato a seguire il protocollo reale per ogni mansione svolta. Lo Chef MCGrady provò una volta sola a far assaggiare alla Regina Elisabetta un piatto nuovo. Si trattava del Veiler Farmer’s Daughter, una nuova pietanza studiata a posta per il suo palato.

Queen Elisabeth: a cosa diceva di no ai suoi chef
Foto Pixabay-yeslife.it

La regina reagì molto male all’introduzione di questo nuovo piatto e ribadì alla sua corte di seguire alla precisione il protocollo per ogni mansione svolta all’interno del palazzo reale. Un modo per dire “così come tradizione vuole” ma anche per far valere l’importanza di un regno e di un potere sopra ogni cosa.

TROVATO IL CORPO DEL PICCOLO MATTIA, IL VIDEO NEL TG DI YESLIFE