Roberta Siragusa, bruciata viva dal fidanzato dopo una lite. Aveva solo 17 anni

La giovane palermitana ha subito una morta barbara per mano del fidanzato con cui aveva una relazione turbolenta da diversi mesi.

Roberta Siragusa Palermo 17 anni
Roberta Siragusa (Facebook) – YESLIFE.IT

Lei è stata la terza donna massacrata ne mese di gennaio 2021 per mano del fidanzato di 19 anni che ancora oggi si reputa innocente verso l’atto compiuto.

Era il 24 gennaio quando i due ragazzi si sono recati ad una festa in una villetta nei pressi del Monte San Calogero. A mattina presto però i genitori non vedendo tornare la figlia hanno avvisato i Carabinieri di Caccamo, piccolo comune in provincia di Palermo e sono scattate le indagini.

Poche ore dopo si presentò spontaneamente in Caserma anche il fidanzato Pietro Morreale con i genitori per dare la sua versione dei fatti e comunicare dove si trovava il corpo della giovane.

Interrogato dagli inquirenti, il giovane si è avvalso fin da subito della facoltà di non rispondere, limitandosi a ripetere “Non l’ho uccisa io”.

Roberta Siragusa, come è morta?

Quando i Vigli del Fuoco sono arrivati nel dirupo sito presso il Monte San Calogero, hanno trovato il cadavere di Roberta semi carbonizzato sul busto e gli arti superiori, i pantaloni abbassati, il volto tumefatto e varie ferite al cranio.

Roberta Siragusa uccisa 24 gennaio 2021
Pietro Morreale e Roberta Siragusa (Instagram) – YESLIFE.IT

Solo la successiva autopsia sul corpo ha confermato che alla ragazza era stato dato fuoco quando era ancora viva. Il decesso sarebbe subentrato dopo alcuni minuti di agonia per arresto cardiocircolatorio e respiratorio proprio a seguito delle gravissime ustioni riportate.

Gli amici della coppia interrogati dal gip hanno confermato che Pietro era molto geloso di Roberta e che negli ultimi mesi i litigi pubblici della coppia si erano intensificati. Lui l’avrebbe anche maltrattata ripetutamente con diversi episodi confermati proprio dagli interrogati.

Pietro in carcere, la sentenza è stata rimandata a giudizio

Ulteriori immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso di un bar vicino al luogo del delitto, mostrano che il fidanzato avrebbe dato fuoco alla ragazza prima di caricarla in auto e portarla nel dirupo in Contrada Monte dove poi è stata rinvenuta.

Roberta Siragusa uccisa fidanzato gennaio 2021
Roberta 17 anni (Facebook) – YESLIFE.IT

Vari gli interrogatori a cui è stato sottoposto il ragazzo che si è sempre però dichiarato innocente.

Arrivando anche a spiegare che Roberta durante il viaggio in auto verso casa quella notte gli aveva confessato che si stava sentendo con un altro ragazzo e che si sarebbe data fuoco lei stessa per disperazione.

Oggi il giovane si trova nel carcere palermitano Lorusso di Pagliarelli con l’accusa di “occultamento di cadavere e omicidio volontario aggravato dalla premeditazione, dalla crudeltà e dall’aver commesso il delitto ai danni di una persona a cui era legato da una relazione affettiva”. La famiglia della vittima chiede l’ergastolo per lui.

 

 

TOTTI-BLASI DI NUOVO IN CRISI: GUERRA SUGLI ALIMENTI. LA NOTIZIA NEL TG DI YESLIFE. IL VIDEO