Caccia al cinghiale finisce in tragedia, spara e colpisce l’amico

Tragico incidente ieri nel Casertano: spara e colpisce l’amico durante una battuta di caccia. Perde la vita un 57enne  

Cacciatori con cani
Battuta di caccia (Pixabay) YESLIFE.IT

Finisce in tragedia una battuta di caccia al cinghiale. I fatti sono accaduti ieri, nel Casertano, a Teano, in un susseguirsi di accadimenti che sembrano usciti da un film, anche se purtroppo è tutto vero. Doveva essere una domenica tra amici e invece si è consumato un delitto.

Aldo De Francesco, di 57 anni, infatti, è morto colpito da un proiettile sparato dall’amico che lo ha colpito alla schiena. A nulla è valsa la corsa al pronto soccorso. Non un omicidio premeditato ma un tragico incidente.

I fatti: una domenica mattina finisce in tragedia

Dopo il tragico incidente i carabinieri della stazione di Teano insieme a quelli della compagnia di Capua sono accorsi sul posto e hanno ricostruito l’accaduto.

Fucile caccia
Fucile (Pixabay) YESLIFE.IT

Aldo De Francesco, imprenditore edile, nella mattinata di ieri stava partecipando ad una battuta di caccia al cinghiale. Non era solo ma in compagnia di un gruppo di cacciatori, in tutto una decina di partecipanti che erano ben distanziati uno dall’altro.

Nel corso della battuta però, l’imprenditore edile, è stato colpito alla schiena da un 76enne di Carinola che ha sparato con il fucile caricato proprio nella direzione nella quale si trovava De Francesco.

La confessione del 76enne: “Non l’ho visto”

Non doveva finire così una domenica tra amici. Quando il colpo sparato dal 76enne ha colpito l’imprenditore, il 57enne si è subito accasciato al suolo. Pronta la corsa degli amici verso il pronto soccorso di Sessa Aurunca, senza però nessun esito positivo.

Fucile da caccia
Fucile da caccia (Instagram) YESLIFE.IT

L’uomo è deceduto dopo poco e così il 118 ha allertato i carabinieri. Nel mentre però, l’uomo che aveva sparato si era già presentato nella stazione di Teano per raccontare tutto l’accaduto.

“Ho sparato io, non l’ho visto”

Questa la breve ma triste confessione fatta dal 76enne, cacciatore esperto. Oltre la confessione l’indagine va avanti per accertare la dinamica dei fatti e nei prossimi giorni sarà eseguita anche l’autopsia sul corpo dell’imprenditore deceduto.

 

TOTTI, ILARY E GLI ALIMENTI: NON C’E’ TREGUA. IL VIDEO NEL TG DI YESLIFE IN BASSO