Piera Napoli, uccisa brutalmente dal compagno per “amore”. La vittima lascia tre figli piccoli

La donna aveva 32 anni quando è stata uccisa l’anno scorso dal compagno che non accettava la fine della loro relazione. L’aggressione in casa mentre c’erano anche due dei tre figli.

Piera Napoli uccisa 7 febbraio 2021
Piera Napoli (Facebook) – YESLIFE.IT

È stata assassinata il 7 febbraio 2021 nella casa in cui viveva con i figli, ovvero a Palermo, nel quartiere Cruillas.

Aveva solo 32 anni Piera Napoli quando è stata accoltellata con più fendenti al volto e al corpo dal compagno 37enne Salvatore Baglione con cui era sposata dal 2006.

L’uomo dopo il delitto si era costituito spontaneamente ai Carabinieri della caserma Uditore, a cui aveva ammesso la propria colpa nell’uccisione della moglie.

Al momento della brutale aggressione in casa con i genitori anche due dei tre figli della coppia che però non hanno assistito all’omicidio della madre.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Ilenia Fabbri, uccisa dall’ex marito per contenziosi economici: in carcere mandante ed esecutore materiale

Piera Napoli e Salvatore Baglione, come stavano le cose tra di loro?

Piera Napoli con il marito Salvatore foto
Piera e Salvatore (Facebook) – YESLIFE.IT

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Sonia Di Maggio, uccisa con 20 coltellate dall’ex fidanzato. Il killer: “Dovevo ammarrare anche il nuovo compagno”

I vicini della coppia hanno testimoniato che i rapporti tra i coniugi negli ultimi tempi si erano profondamente inclinati e spesso li sentivano discutere.

Due settimane prima dell’aggressione la Polizia era anche dovuta intervenire per sedare una profonda lite tra di loro, tanto che poi Salvatore è stato costretto a dormire in auto per tre notti.

La donna però non aveva mai sporto denuncia contro di lui per maltrattamenti. Dopo la confessione venne portato in carcere con l’accusa di “omicidio volontario aggravato dalla premeditazione, dalla crudeltà e dai futili motivi”.

Lui confessò che l’aveva uccisa come gesto d’impeto, visto che Piera gli aveva confessato che voleva andarsene di casa e chiedere il divorzio. L’accusa però lo ritenne colpevole di premeditazione nei confronti della moglie.

Omicidio Piera Napoli 7 febbraio 2021
Omicidio Piera Napoli (Foto @palermo.gds.it) – YESLIFE.IT

Nel corso del processo avvenuto nel mese di maggio, infatti, i parenti della vittima confessarono che Salvatore era diventato troppo possessivo e soffocante nei confronti di Piera, che credeva anche coinvolta in una relazione extraconiugale.

 

FURTO IN CASA THEO HERNANDEZ: PRESENTI COMPAGNA E FIGLIO. IL SERVIZIO NEL TG DI YESLIFE.IT