Muore a 33 anni, mangiava cibi avariati per popolarità

Taylor LeJeune, nota star di Tik Tok è morto a 33 anni poichè si è nutrito di cibo spazzatura e scaduto. Il suo intento era fare follower. 

Taylor LeJeune chi era
Taylor LeJeune – Screenshot dal web – YesLife.it

Il suo intento era fare follower, purtroppo è morto

Ha sfidato la morte mangiando cibo spazzatura ed avariato, è morto così un noto tik toker intento a far volare i suoi follower sulla piattaforma orientale. Il suo nome è Taylor LeJeune meglio conosciuto come Waffler69 che era solito ingoiare chili di cibo come carne, prosciutto, frutta sciroppata risalenti al 1960. 

Taylor era diventato famoso in poco tempo poiché riusciva ad ingurgitare cibo spazzatura e scaduto, un’alimentazione non di certo sana dal momento che questo comportamento lo ha portato alla morte a soli 33 anni.

Waffler69 era seguito da milioni di utenti che lo incitavano a fare sempre di più, la sua enorme community virtuale era la sua famiglia, il suo profilo Tik Tok era la sua vita, ogni giorno era un emozione unica poter soddisfare bisogni così strani pure di attirare l’attenzione.

Le possibili cause del decesso

Taylor LeJeune cibo avariato
Taylor LeJeune – Screenshot dal web – YesLife.it

Il ragazzo di origini americane ha assunto questo comportamento per molto, moltissimo tempo, sottoponendo il suo corpo ad uno sforzo inimmaginabile, non solo per l’enorme quantità di cibo assunta ma anche per il fatto che mangiando cibo scaduto sarebbe potuto incorrere in infezioni ed intossicazioni. Di fatti ci si chiede se sia morto proprio per questo motivo.

A trovare il Taylor in condizioni disperate nella sua abitazione è stato il fratello Clayton che ha anche annunciato: “Mio fratello Taylor è morto intorno alle 22:00 dell’11 gennaio 2023, a causa di un presunto attacco di cuore. È stato portato d’urgenza in ospedale e un’ora e mezza dopo è morto. Non ho ancora realizzato ciò che è successo”.

Contestualmente è stata avviata una raccolta fondi per poter affrontare le spese del funerale, su alcune pagine online è possibile donare, sono già a centinaia che hanno aderito all’iniziativa.

Sui social ci sono moltissimi messaggi di cordoglio: “Ti abbiamo voluto bene”, si legge ed ancora: “Eri un nostro amico, addio”.