Andrea Papi ucciso dall’orso: “Come lo ha affrontato prima di morire”

La tragica morte di Andrea Papi, dilaniato da un orso, ha sconvolto l’Italia. Da ultime notizie, ecco come si è difeso dall’attacco brutale.

Andrea Papi
Andrea Papi – Pixabay – YesLife.it

Andrea Papi stava correndo nel bosco della Val di Sole quando dopo essere sbucato da una curva si è trovato difronte un orso enorme che lo ha ucciso. Aveva 26 anni e tanti sogni nel cassetto, ha cercato di lottare con tutte le sue forze al brutale attacco ma a furia dell’animale è stata implacabile.

Andrea non avrebbe mai potuto immaginare che quella sarebbe stata l’ultima corsa della sua vita, si è difeso con un bastone ma è stato tutto inutile. Gli investigatori, perlustrando la zona della tragedia, hanno trovato diverse tracce di sangue e i segni di una lotta durata fino allo sfinimento per il ragazzo.

Da una prima ricostruzione, Andrea preso alla sprovvista ha imbracciato un ramo per difendersi, a questo punto l’animale lo avrebbe attaccato al braccio, poi si è fiondato sul viso ed infine la zampata fatale sul ventre che si è squarciato sotto le unghie affilate. L’orso poi è scappato senza avventarsi sul corpo, difatti stando a quanto riferito dagli esperti, anche l’animale deve essersi stancato e dal momento che questa specie non si nutre degli uomini, è andato via.

Una morte che lascia sgomenti

Andrea Papi
Andrea Papi – Instagram – YesLife.it

Andrea Papi aveva 26 anni, era laureato in scienze motorie ed era andato a correre nel bosco come faceva di solito. Nessuna preoccupazione inizialmente per la fidanzata e la famiglia, l’allarme è stato lanciato quando Andrea non è rincasato per cena. Il corpo è stato ritrovato alle 3 di notte tra le sterpaglie.

Il caso di Andrea è alquanto raro soprattutto in Europa, infatti è la quarta aggressione mortale ad un umano da parte di un orso, in Italia, finora, nessuno era stato mai ucciso. Secondo gli esperti, nella zona del Trentino, vi sono all’incirca 120 esemplari di orso, il Il 75% della popolazione ha dichiaro di essere contraria a convivere con questi animali. Al momento non è chiaro se la regione prenderà provvedimenti, ad ogni modo, secondo gli esperti, quando ci si trova faccia a faccia con gli orsi, (facile a dirsi) bisogna mantenere la calma, fissare negli occhi l’animale senza abbassare lo sguardo ed allontanarsi piano dalla zona di pericolo.

Impostazioni privacy