Case all’asta: come si partecipa e come comprarne una

Case all’asta, boom di vendite: le informazioni per gli italiani alla ricerca di una casa, come partecipare a un’asta e aggiudicarsela

case all'asta
Case all’asta, boom di vendite (foto dal web) 

Sono sempre di più le case all’asta in Italia: l’ultimo dato, al 31 dicembre, derivato dal Rapporto semestrale sulle aste immobiliari (Centro Studi Sogeea) parla di 23.904 immobili messi all’asta. Il 25 per cento rispetto all’anno precedente. Una soluzione in effetti sempre più gradita dagli italiani, visto che due case su tre costerebbero meno di 100mila euro.  L’asta può consentire infatti di risparmiare qualcosa, si parla di un risparmio medio di circa il 30%. Da Immobiliare.it, un vero e proprio vademecum su come partecipare alle aste e avere buone possibilità di aggiudicarsele.

Case all’asta, tutti gli step

  1. Confrontare il prezzo con quello degli annunci tradizionali: paragonandolo con quelli di altre case simili nella stessa zona si può capire quanto poter risparmiare.
  2. Seguire l’asta da soli o con un consulente: si può partecipare alle aste in autonomia, ma le pratiche e la burocrazia relative, pur non necessitando di particolari competenze, comportano un certo impegno.
  3. Procurarsi la documentazione: questa permette una valutazione attenta dell’immobile e di tutte le sue caratteristiche.
  4. Chiedere il mutuo: è possibile farlo anche per un acquisto all’asta, con la banca che può produrre una pre-delibera indicando la cifra massima disposta a finanziare.
  5. Presentare l’offerta: per farlo, bisogna compilare un apposito modulo fornito dal tribunale, per l’identificazione dell’acquirente e del lotto da acquistare. Al modulo va allegato un assegno circolare con il 10% della propria offerta.
  6. Partecipare all’asta: chi ha presentato un’offerta deve presentarsi personalmente nel giorno prestabilito per l’aggiudicazione. In alternativa, con procedura notarile si può delegare una terza persona.
  7. Entrare in possesso della casa: entro i termini stabiliti dal tribunale, va versata la somma offerta, solo allora ci sarà l’atto di trasferimento di proprietà.