La legalizzazione della cannabis per agevolare la ripresa post pandemia

Di legalizzazione della cannabis vorrebbero parlare agli Stati Generali dell’economia 100 parlamentari della maggioranza firmatari di una lettera al premier Conte. Tra le ragioni della richiesta quella principale è legata ai favolosi incassi che la legalizzazione permetterebbe.

La legalizzazione della cannabis per agevolare la ripresa post pandemia
Canapa (foto Pixabay)

Tra i firmatari c’è il deputato M5s Michele Sodano.

Più precisamente Sodano è il primo e spiega a Il fatto Quotidiano: “Il punto di buon senso non è più spinello sì o spinello no, ma la possibilità di strappare un business miliardario alle mafie“.

Perchè che la legalizzazione della cannabis sia un business pazzesco è indubbio e che le mafie ne traggano enormi benefici anche.

Non a caso quindi Stati Uniti e Canada hanno sperimentato la via legale dei cannabinoidi.
La legalizzazione comporterebbe non solo introiti diretti e indiretti per lo stato ma anche nuovi posti di lavoro e quindi ricchezza per i cittadini.

Tutte cose in verità note e da anni a gran voce sostenute dalle varie associazioni pro legalizzazione della canapa.

Ma allora cosa è cambiato?