Morte Elisabetta II: 4 cambiamenti che rivoluzioneranno il Paese

Prosegue la lunga cerimonia di addio alla regina Elisabetta II: dopo aver lasciato Balmoral, il feretro è giunto ieri in Scozia.

È ufficiale: i funerali della regina Elisabetta II si terranno lunedì prossimo, 19 settembre. Stando a quanto riportano le fonti ufficiali, la regina sarà sepolta accanto all’amatissimo Filippo nella Cappella di Re Giorgio VI al Castello di Windsor.

In attesa dell’ultima cerimonia, prosegue il lungo viaggio di addio alla grande sovrana simbolo per eccellenza del Paese.

cambiamenti morte elisabetta ii
Tutti i cappelli della regina Elisabetta II (Ansa) Yeslife.it

Dopo aver lasciato l’amatissimo castello a Balmoral, il feretro della regina è giunto ieri in Scozia per l’avvio alla processione lungo il Royal Mile, il celebre viale del centro storico di Edimburgo che collega il Castello all’Holyrood Palace fino alla Cattedrale di Saint-Gilles, sede della cerimonia di addio per i residenti locali.

Carlo III re dell’Australia e della Nuova Zelanda

cambiamenti morte elisabetta ii
Re Carlo III (Ansa) Yeslife.it

A soli due giorni dalla morte della regina, il primo cambio radicale per il Paese è l’inno God Save the Queen, che è tornato al maschile, dunque God Save The King. Tale riconoscimento è stato infatti espresso a fine giuramento del nuovo re Carlo III, la cui cerimonia è stata trasmessa per la prima volta in diretta televisiva.

Con la cerimonia di proclamazione, avvenuta questo sabato 10 settembre, si chiudono formalmente 70 anni e 214 giorni di regno della regina Elisabetta. All’età di 73 anni, il nuovo re Carlo III entra nella storia e sale al trono come monarca più anziano del Regno Unito.

La nuova proclamazione è stata salutata anche in Australia e Nuova Zelanda, ex colonie britanniche oggi indipendenti, ma che riconoscono il monarca come capo di Stato.

Morte Elisabetta II: 4 principali cambiamenti

Con la morte di Elisabetta II sono tanti le innovazioni che dovrà affrontare il Regno Unito. Ricordata per la longevità del suo regno, il volto e l’appellativo della regina ha caratterizzato per oltre 70 anni documenti, banconote, francobolli e tanti altri oggetti presenti nella vita quotidiana degli inglesi.

A seguire i quattro principali cambiamenti che stravolgeranno la storia socio-economica del Paese:

cambiamenti morte elisabetta ii
Elisabetta II (Pixabay) Yeslife.it
  • le banconote: il primo cambiamento che stravolgerà il quotidiano sarà correlato alle nuove banconote. Prossimamente, i prelievi restituiranno denaro con l’effigie di Carlo III. Il cambio progressivo potrebbe richiedere anni: secondo le stime ufficiali si contano attualmente 4,5 miliardi di banconote in circolazione con il volto della Regina rivolto verso destra. Il nuovo re, come vuole la tradizione che va avanti dal Settecento, guarderà verso sinistra, nella direzione opposta.
  • i francobolli: anche l’effigie dei francobolli subirà un radicale cambiamento. I sudditi britannici dovranno abituarsi al nuovo re Carlo III, il cui volto andrà a sostituire l’iconico profilo laterale in rilievo della regina Elisabetta II, presente su lettere e pacchi dal lontano 1967.
  • le cassette postali: il cambiamento colpirà anche le iconiche colonnine rosse adibite alla posta: ogni struttura adibita alla spedizione e consegna di documenti riporta l’iconico sigillo reale, la corona Sant’Edoardo e “EIIR” (Elizabeth II Regina). Si passerà, pertanto a “CIIIR” (Charles III Rex) con l’ascesa di Carlo III al trono.
  • “Her Majesty”: anche il longevo appellativo Her Majesty ritornerà His Majesty. Il cambio riguarderà non solo i nuovi passaporti, ma anche le bandiera e gli edifici pubblici.