Cecchi Gori oggi | in tanti invocano i domiciliari | “È malato”

Vittorio Cecchi Gori oggi versa in cattive condizioni di salute. La notizia del suo arresto per reati finanziari spinge tante personalità del cinema a parlare in suo favore.

Cecchi Gori oggi
Vittorio Cecchi Gori oggi FOTO yeslife

Christian De Sica si esprime sull’arresto di Vittorio Cecchi Gori oggi, avvenuto tra venerdì 28 e sabato 29 febbraio 2020. L’attore romano afferma all’Adnkronos: “Mi sono meravigliato per i 5 anni di carcere dato ad quell’uomo che ha ucciso un ragazzo (Antonio Ciontoli nel controverso omicidio di Marco Vannini, n.d.r.). Questo alla luce degli 8 comminati a Cecchi Gori. Che nella sua vita è stato fregato da tutti. Io a volte non capisco in che modo funzioni la giustizia in Italia. E poi mettere in carcere un signore di 77 anni è una follia”. Il produttore cinematografico fiorentino deve rispondere di diversi reati finanziari che in passato hanno portato al fallimento di alcune sue società, tra cui anche la Fiorentina. Nei suoi confronti vige in particolare l’accusa di bancarotta fraudolenta.

LEGGI ANCHE –> Vittorio Cecchi Gori arrestato | da scontare diversi anni di carcere

Cecchi Gori oggi, al momento risulta ricoverato al Gemelli

Vittorio Cecchi Gori era ricoverato al Policlinico Gemelli quando ha ricevuto la notifica di carcerazione da parte della Procura Generale della Corte d’Appello di Roma. Deve scontare un cumulo di 8 anni, 5 mesi e 26 giorni di reclusione. Al momento sarebbe ancora degente in ospedale, piantonato dagli agenti della polizia penitenziaria. Alle dimissioni dovrebbe invece essere tratto nel carcere di Rebibbia, a Roma. E Christian De Sica aggiunge: “Sarei molto felice se gli dessero i domiciliari. Si tratta della sua età e soprattutto della salute. Stare in cella gli nuocerebbe soltanto”.

LEGGI ANCHE –> Allerta Calcio/Coronavirus: 3 calciatori della stessa squadra trovati positivi

Veronesi: “Si è già punito da solo nella vita”

A De Sica si aggiunge anche Lino Banfi: “Sono più grande di lui per età e sono anche suo amico, spero che gli consentano di andare a casa. I domiciliari li hanno dati a persone che hanno compiuto cose più gravi”. Ma il coro di chi spezza una lancia in favore di Cecchi Gori è folto. Anche il regista Giovanni Veronesi è dello stesso avviso. “È un uomo malato, bisogna avere accortezza prima di sbatterlo in carcere. E comunque si è già punito da solo nella vita. Fisicamente non cammina quasi più, lo vidi in Rai in autunno e sta molto male. Non può stare in carcere nelle sue condizioni, necessita di cure costanti, a casa od in ospedale”.