Da lunedì torneranno al lavoro più over 50 e al Nord Italia

Dal 4 maggio torneranno al lavoro 4,4 milioni di cittadini italiani mentre 2,7 milioni continueranno a restare a casa. 

Lavoro governo autonomi
(Getty Images)

Durante la Fase 2 dell’emergenza sanitaria, che partirà tra 2 giorni secondo quanto stabilito dal Dpcm del 26 aprile scorso, torneranno alla propria attività lavorativa 4,4 milioni di italiani. 2,7 milioni saranno invece i cittadini che continueranno a rimanere in casa aspettando successive misure governative. Lo rileva un’indagine della Fondazione studi consulenti del lavoro, che ha studiato i microdati delle forze lavoro dell’Istat, intitolata “Ritorno al lavoro per 4,4 milioni di italiani. Al Nord prima che al Sud, anziani più dei giovani”.

LEGGI ANCHE -> Palazzo Chigi chiarisce chi si potrà incontrare da lunedì

Il 62,2 per cento degli italiani tornerà al lavoro

online Di quanto si riduce la busta paga con la cassa integrazione?
pixabay

Su 100 rimasti a casa per effetto dei provvedimenti di sospensione delle attività, potrà tornare alla propria attività lavorativa ben il 62,2%. Ma la ripresa potrà avere effetti inattesi.

LEGGI ANCHE -> Evali e Covid-19, connubio indigesto per l’uomo

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale , seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

In Italia mancano i lavoratori, non il lavoro.
Lavoro (foto Pixabay)

Coinvolgerà infatti soprattutto lavoratori over 50, rispetto ai giovani, interesserà di più il Nord Italia, più esposto al contagio in questi due mesi di emergenza da Coronavirus e favorirà i lavoratori dipendenti a discapito dei lavoratori autonomi.