Licenziamenti: nodo sciolto secondo il Ministro Gualtieri

Nel Decreto di agosto ci saranno importanti norme sul lavoro: il nodo sui licenziamenti è stato sciolto secondo quanto dichiarato dal Ministro Gualtieri.

Licenziamenti: nodo sciolto secondo il Ministro Gualtieri
Licenziamento (foto Pixabay)

Sarà votato domani il consiglio dei ministri il decreto di agosto che conterrà norme fondamentali per la regolamentazione del lavoro nel nostro paese: dalla proroga della cassa integrazione al divieto di licenziamento.

Saranno anche previsti alcuni sgravi contributivi per chi richiama in servizio i lavoratori in cassa e (forse) per chi assume con contratti di lavoro a tempo indeterminato.

In base a quanto spiegato dal Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, uscendo da Palazzo Chigi, è stato sciolto il nodo più forte: quello sui licenziamenti.

Il divieto andrà di pari passo con la cassa integrazione prorogata di ulteriori 18 settimane dal 13 luglio.

Al termine delle ulteriori 18 settimane sarà possibile licenziare.

Alternativamente è prevista la possibilità di usufruire di uno sgravio contributivo per le aziende che faranno rientrare i lavoratori dalla cassa.

Se le settimane di cassa decorrono dal 13 luglio e sono utilizzate senza stop si arriva così al 15 novembre.

Parrebbe che in ogni caso permanga un divieto di licenziamento fino al 15 novembre per le aziende che non vogliono più usufruire della cassa integrazione.

Potrebbe interessarti anche —> Cartelle esattoriali bloccate fino al 15 ottobre

Le altre previsioni del decreto di agosto e la posizione di Italia Viva