Francesco Totti, l’incontro con la ragazza uscita dal coma grazie a lui

Francesco Totti ha incontrato la ragazza uscita dal coma ascoltando un suo videomessaggio. Grande emozione al Policlinico Gemelli di Roma.

Francesco Totti ragazza coma sveglia grazie a ui
Francesco Totti (foto dal web)

Certe vicende hanno dell’incredibile, eppure accadono tutti i giorni, attorno a noi, a volte passando in sordina, altre facendo un gran clamore. È il caso di quanto avvenuto qualche giorno fa al Policlinico Gemelli di Roma, dove Ilenia Matilli, calciatrice 19enne ricoverata lo scorso dicembre, è uscita dal coma dopo aver ascoltato un videomessaggio di Francesco Totti. La ragazza, si trovava in uno stato vegetativo a seguito di un gravissimo incidente nel quale aveva perso la vita un’amica ed i medici cominciavano a temere per la sua situazione. È stata proprio l’equipe medica a sottoporla ad un trattamento innovativo, basato su paradigmi sensoriali, che ha coinvolto l’ex-capitano della Roma ed altre persone a lei vicine.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Scrive una recensione negativa: rischia 2 anni di carcere

Francesco Totti, la visita al Policlinico Gemelli

View this post on Instagram

❤❤❤❤❤

A post shared by Ilenia Matilli (@ileniamatilli) on

“Voglio vederti presto fuori dall’ospedale e riprenderti la tua vita” così Francesco Totti ha salutato Ilenia Matilli questa mattina, dopo aver trascorso alcune ore a parlare con lei in Ospedale. Il capitano della Roma è passato a trovarla attorno alle 9, portandole una maglia autografata e promettendole una cena insieme una volta ristabilitasi. Durante la visita la ragazza ha potuto comunicare con il calciatore grazie ad una lavagnetta fornitale dal personale del Policlinico. “Il percorso è ancora lungo ma siamo fiduciosi” ha detto di lei Luca Padua direttore dell’equipe di Neuroriabilitazione del Gemelli.

Francesco Totti ragazza uscita dal coma
Famiglia Totti (getty images)

Durante il suo percorso di riabilitazione, Ilenia Matilli è stata sottoposta ad una serie di stimoli sensoriali, che -uniti alle cure farmacologiche– avevano come obiettivo quello di “risvegliare” la sua mente avvolta nel torpore del coma. “Le emozioni – ha spiegato Luca Padua – sono le migliori connessioni. Ilenia stata letteralmente bombardata di sensazioni visive, uditive, olfattive, che di volta in volta trasformavano la stanza, investendo le pareti”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Gabriel Garko, nuove rivelazioni: quello che non si doveva sapere

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter