Rischio povertà per un bambino su tre in Italia

In Italia un minore su tre è a rischio povertà come in Bulgaria, Romania e Grecia.

Rischio povertà per un bambino su tre in Italia
Bambine (foto Pixabay)

Nell’Unione Europea, quasi un minore su quattro è a rischio di povertà o di esclusione sociale.

Nel nostro paese invece la proporzione è più allarmante: si tratta di un minore su tre come in Romania (38,1%), Bulgaria (33,7%) e Grecia (33,3%).
In Italia si tratta del 30,6% dei bambini.

E’ uno studio della Corte dei Conti europea sulla lotta contro la povertà infantile che lo evidenzia e i dati si riferiscono al 2018, prima della pandemia di Covid-19.

Lo studio della Corte dei Conti europea evidenzia anche che i minori in stato di povertà non sono destinatari in modo esplicito e diretto di un sostegno ad hoc da parte dell’Ue.

L’Europa in base alla povertà dei suoi figli

Rischio povertà per un bambino su tre in Italia
Bambini e farfalle (foto Pixabay)

In Danimarca, Olanda, Repubblica Ceca e Slovenia solo un minore su 6 rischia la povertà o l’esclusione sociale.

L’Italia è insieme a Germania, Polonia e Romania, uno dei paesi le cui autorità nazionali sono state visitate dalla Corte ed è emerso che, sebbene le cifre destino in ogni caso preoccupazione, nel nostro Paese sono sfruttati i fondi europei e esistono programmi operativi nazionali e regionali, anche mirati.

Lo studio osserva riguardo: «Il programma operativo nazionale sull’integrazione sociale finanzia i servizi sociali a sostegno dei minori e delle loro famiglie (ad es. sostegno socio-educativo, sostegno alla genitorialità e servizi di mediazione familiare). Inoltre tali servizi comprendono il sostegno ai genitori con esigenze complesse e ai nuclei familiari con figli al di sotto dei 1000 giorni di vita».

Potrebbe interessarti anche —> Cristiano Ronaldo, l’infanzia in povertà: parla la sorella

 

 

Rischio povertà per un bambino su tre in Italia
Bambini (foto Pixabay)

Tra le iniziative esiste anche un Fondo specifico per il contrasto della povertà educativa minorile nato nel 2016 e alimentato dalle Fondazioni di origine bancaria.
Sul sito dedicato tutte le informazioni su bandi, iniziative e progetti.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.