Il finocchio fa male alla salute? Il parere degli esperti

Secondo alcuni, le tisane a base di finocchio sono nocive per la salute e addirittura cancerogene: ecco il parere degli esperti 

Il finocchio è uno degli alimenti più consumati dall’uomo. Questo particolare ortaggio, oltre ad essere buonissimo, è ricco di proprietà e non presenta grassi. Ricco di minerali e vitamine, è utile anche per favorire la digestione. Il finocchio, come se non bastasse, ha anche proprietà depurative per il fegato e il sangue e ha un potere antinfiammatorio. Secondo alcuni servizi televisivi –l’inchiesta sul finocchio ‘assassino’ trattato in un telegiornale non è passata inosservata– , c’è un forte pericolo di cancro legato al consumo di tisane al finocchio che conterrebbero estragolo e fenilpropene. Nelle tisane in questione, in verità, ci sarebbero dei principi antiossidanti. Gli esperti hanno ovviamente analizzato il caso e fornito una loro spiegazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Allerta alimentare, bloccata nuovamente la vendita di un formaggio 

Il finocchio fa male? Il parere degli esperti

Secondo quanto spiegato dagli esperti, i finocchi non sarebbero per nulla pericolosi (nemmeno le tisane). Dopo aver analizzato la questione, hanno svelato che l’estragolo viene metabolizzato in una quantità contenuta dal nostro corpo. Gli scienziati, in ogni modo, hanno comunque svelato che non bisogna esagerare con il consumo di tisane al finocchio. Queste bevande non vanno consumate quando si assume la ciprofloxacina (un antibiotico) e in caso di gravidanza o allattamento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Allerta alimentare, prodotto per la colazione ritirato dal mercato: rischio allergeni 

Buona notizia quindi per gli amatori delle tisane e per i consumatori di uno degli ortaggi più amati al mondo per il suo essere croccante e ricco di proprietà positive per il corpo umano.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter