Rassegna stampa del 4 marzo: le notizie più importanti del giorno

Rassegna stampa di giovedì 4 marzo: le notizie, gli eventi più importanti ed i servizi giornalistici.

Decreto Sostegno, il Governo a lavoro per le nuove misure di natura economica: cosa contiene la bozza

Covid-19 commissario straordinario Arcuri Figliuolo
Il premier Mario Draghi (Getty Images)

Sta prendendo forma quello che è stato ribattezzato come Decreto Sostegno, il decreto su cui sta lavorando il Governo in sostituzione del “Ristori 5” a cui aveva iniziato a lavorare il precedente esecutivo Conte. I nuovi provvedimenti di natura economica dovrebbero essere varati entro la fine della prossima settimana. Nel dettaglio, secondo quanto emerso sino ad ora, tra le misure previste nella bozza dovrebbe esserci anche il blocco dei licenziamenti fino al 30 giugno e rifinanziamento della cassa integrazione su tutto l’anno. Inoltre, il decreto dovrebbe contenere anche una nuova sospensione per le cartelle e saldo e stralcio per quelle fino a 5mila euro del periodo 2010-2015. Infine si ipotizza lo stanziamento a fondo perduto di risorse per le imprese e professionisti con fatturato fino a 5 milioni, danneggiati dall’epidemia da Covid-19, e di 2 miliardi per il piano vaccinale.

Nicola Zingaretti dice: “basta”: arrivano le dimissioni da segretario del PD

Attraverso un post sulla propria pagina Facebook, Nicola Zingaretti ha annunciato le dimissioni da segretario del Partito Democratico. “Mi vergogno – scrive il presidente della regione Lazio- che nel Pd, partito di cui sono segretario, da 20 giorni si parli solo di poltrone e primarie, quando in Italia sta esplodendo la terza ondata dell’epidemia, c’è il problema del lavoro, degli investimenti e la necessità di ricostruire una speranza soprattutto per le nuove generazioni”.

Zingaretti ha poi proseguito affermando di aver fatto la propria parte, ma ritenendosi il “bersaglio” ha deciso di prendere questa decisione “per amore dell’Italia e del partito” nella speranza che il Pd torni a parlare dei problemi del Paese impegnandosi a risolverli. “Ora – scrive – tutti dovranno assumersi le proprie responsabilità“.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Nicola Zingaretti dice: “basta”. Si dimette da segretario del PD – VIDEO

Covid-19, l’Ema avvia la valutazione del vaccino russo Sputnik

L’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) ha avviato la valutazione del vaccino russo contro il Covid Sputnik. L’obiettivo è quello di verificare se il farmaco sia conforme agli standard dell’Unione Europea in materia di efficacia, sicurezza e qualità. Una volta ottenuto l’ok dell’Agenzia, confermano da Mosca, si procederà alla somministrazione di oltre 50 milioni di dosi di vaccino su altrettanti soggetti a partire da giugno. Il vaccino russo, a differenza di quelli Pfizer-BioNTech e Moderna, sfrutta la tecnologia a vettore virale ed è costituito da due diversi virus appartenenti alla famiglia degli adenovirus. Questi, una volta somministrati separatamente, indurranno la protezione nelle cellule del soggetto per stimolarne la risposta immunitaria.

Covid-19, il bollettino del 4 marzo: i numeri dell’epidemia in Italia

Il Ministero della Salute ha aggiornato, nel pomeriggio di ieri, lo stato dell’epidemia da Covid-19 diffusasi in Italia. Stando alla tabelle sanitaria, i casi di contagio sono saliti a 2.999.119 con un incremento di 22.865 rispetto alla giornata precedente. In aumento anche i soggetti attualmente positivi che risultano essere a 446.439 (+9.018), così come i pazienti ricoverati in terapia intensiva2.475 in totale e 64 in più di mercoledì. I guariti sono ad oggi 2.453.706, ossia 13.488 unità in più delle 24 ore precedenti. Si è aggravato ancora il bilancio delle vittime in Italia con 339 decessi che hanno portato il totale a 98.974.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, il bollettino del 4 marzo: 22.865 nuovi casi di contagio e 339 vittime – VIDEO

Sanremo 2021, ascolti della seconda serata in calo: 42,1% di share

Amadeus non ha dunque battuto se stesso. La seconda puntata del Festival di Sanremo ha fatto registrare un significativo calo rispetto all’anno scorso. Il secondo appuntamento della 71esima edizione della kermesse è stata seguita da una media di 7.586.000 spettatori pari al 42.1% di share. Circa 10 milioni hanno seguito la prima parte. Netto calo nelle ore successive: 3 milioni 966mila spettatori.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Sanremo 2021. Ascolti della seconda serata: cos’è cambiato – VIDEO

 Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Amadeus e Fiorello a Sanremo 2021
Amadeus e Fiorello sul palco di Sanremo (Getty Images)

L’anno scorso, la seconda puntata aveva fatto segnare un record registrando una media di 9.693.000 spettatori pari al 53.3% di share. L’ascolto televisivo più alto degli ultimi 25 anni del Festival.