Caso Denis Bergamini, l’ex fidanzata rinviata a giudizio per omicidio volontario

Isabella Internò, ex fidanzata di Denis Bergamini, è stata rinviata a giudizio con l’accusa di omicidio volontario per la morte del calciatore del Cosenza avvenuta il 18 novembre 1989

Polizia
Polizia (ChiccoDodiFC – AdobeStock)

L’ ex fidanzata di Denis Bergamini Isabella Internò è stata rinviata a giudizio con l’accusa di omicidio volontario per la morte del calciatore del Cosenza avvenuta il 18 novembre 1989. Le circostanze del decesso non sono mai state chiarite.

Luca Primicerio, il pubblico ministero aveva chiesto il rinvio a giudizio della donna, che era l’unica indagata nel caso Bergamini. Oggi Fabio Lelio Festa, gup del Tribunale di Castrovillari, ha ritenuto opportuno accogliere la richiesta del pm.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Denise Pipitone: spiazzante apertura di un nuovo fascicolo, la pista del pm

I dettagli della vicenda della morte di Denis Bergamini

Tribunale
Tribunale (Corgarashu – Adobe Stock)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Denise Pipitone, svolta nelle indagini. A “Pomeriggio Cinque” la clamorosa rivelazione

All’epoca dei fatti, l’ ex fidanzata del calciatore del Cosenza, di ruolo centrocampista, era con lui in macchina mentre si trovavano sulla statale 106 Jonica. La 51enne non ha mai spiegato per bene i fatti e anzi parlò di suicidio.

I familiari di Bergamini non hanno mai creduto a questa probabilità e dopo 32 anni potrebbe essere venuta a galla la verità. L’ipotesi che si sia buttato tra le ruote di un camion in corsa che lo avrebbe trascinato per 60 metri non è mai stata presa davvero in considerazione.

Nel febbraio del 2012 la perizia depositata dai RIS di Messina afferma che quando il centrocampista del Cosenza fu investito dal camion era già privo di vita.

Fatto che spiegherebbe perché la collanina e l’orologio della vittima fossero intatti al momento del ritrovamento del cadavere. Se si fosse gettato tra le ruote del pesante autoveicolo si sarebbero frantumate.

Già nel maggio 2013 è stato notificato un avviso di garanzia a Isabella Internò, sospettata di omicidio.

Abusi sessuali condannato allenatore calcio Padova
Tribunale (Foto di Sora Shimazaki da Pexels)

A giugno del 2017 viene riesumata la salma di Bergamini affinché venga effettuata l’autopsia e a novembre dello stesso anno si conosce l’esito dell’ esame autoptico. Il 27enne sarebbe morto soffocato con una sciarpa e poi gettato sotto al camion e così sarebbe stato messo in scena il suicidio.