Pellegrinaggio finito in tragedia, bus si schianta: 21 morti, 30 feriti

Sono 21 i passeggeri che hanno perso la vita nel terribile incidente d’autobus in Messico questo venerdì 26 novembre.

 

21 vittime e 30 feriti: è il drammatico bollettino dell’incidente d’autobus in Messico. La tragedia si è consumata questo venerdì, 26 novembre, in un tratto dell’autostrada Joquicingo – Malinalco, a circa 36 chilometri da Città del Messico, la capitale. Secondo le prime ricostruzioni riportate da El País, il conducente avrebbe perso il controllo del mezzo. Il bus, appartenente alla compagnia Turismos Tejeda, stava trasportando un gruppo di pellegrini provenienti da Michoacán de Ocampo in direzione del Santuario di Chalma, nel comune di Ocuilán (Stato del Messico): uno dei luoghi di culto più visitati nel Paese.

NON PERDERTI ANCHE >>> Allerta variante Omicron: Israele blocca tutte le frontiere

Probabile la pista del malfunzionamento o rottura dei freni

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Adrian Ximenez (@adrian_ximenez)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Sharbat Gula: in salvo a Roma la ragazza simbolo dei conflitti afghani

Secondo quanto riporta il notiziario spagnolo, cause e circostanze dell’incidente sono ancora sconosciute; tuttavia, le autorità locali hanno avanzato l’ipotesi relativa al malfunzionamento o rottura dei freni del veicolo. Stando a quanto si apprende dalla fonte ufficiale, il mezzo avrebbe esaurito i freni all’altezza di El Guarda, schiantandosi violentemente contro la facciata di un edificio; l’impatto è stato ineluttabile. Il bollettino delle vittime riportato dai media locali è salito a 19 dalle 13 iniziali; morte intrappolate fra le lamiere contorte poche ore dopo l’incidente. 30 i feriti trasferiti d’urgenza negli ospedali più vicini con le ambulanze e due elicotteri.

Immediato l’intervento dei soccorsi; tra questi La Croce Rossa, la Protezione Civile dello Stato e il Servizio di Emergenza SUEM. La Croce Rossa ha inviato sul posto 10 ambulanze delle sue delegazioni a Toluca, Lerma, Metepec, Tenancingo, Ixtapan de la Sal e Huixquilucan per assistere le vittime. La Protezione civile ha transennato l’area incidentata e ha invitato la comunità a lasciare libera la zona per favorire le operazioni d’inchiesta. Secondo l’ultimo aggiornamento annunciato dalle autorità locali, citate da La Opinión, vi è un ulteriore incremento dei decessi: la morte di un uomo e di una donna si aggiungono ai 19 per un totale di 21 vittime.

 

Il governatore dello Stato del Messico Alfredo del Mazo ha espresso sincero dolore su Twitter per la grande perdita di vite umane.