Liliana Resinovich, il mistero dei soldi in banca: parla il marito

Il marito di Liliana Resinovich, trovata morta lo scorso 5 gennaio a Trieste, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla trasmissione “Ore 14”.

Ieri pomeriggio la trasmissione “Ore 14”, in onda su Rai2, ha dedicato uno spazio al caso di Liliana Resinovich, la 63enne trovata morta lo scorso 5 gennaio a Trieste a circa un mese dalla sua scomparsa.

Liliana Resinovich soldi marito
Liliana Resinovich (screenshot La Vita in Diretta)

Il programma condotto da Milo Infante ha raggiunto il marito della donna, Sebastiano Visintin che ha rilasciato una breve intervista. Visintin ha parlato dei soldi che Liliana aveva messo da parte in un conto corrente: una somma di circa 50mila euro che, spiega il marito, si trova ancora in banca ed a cui è impossibile accedere. Di questi risparmi si era parlato nei giorni scorsi ipotizzando che potessero essere alla base del presunto omicidio.

Liliana Resinovich, il marito: “I 50mila euro? Sono in banca non posso accedere”

Liliana Resinovich soldi marito
Liliana Resinovich (screenshot Chi l’ha visto?)

“I 50mila euro? Sono in banca e io non posso accedere in quanto non ho un certificato di morte”. Queste le parole di Sebastiano Visintin, marito di Liliana Resinovich, raggiunto da un’inviata della trasmissione “Ore 14” che gli ha chiesto dei risparmi messi da parte dalla 63enne. L’uomo ha poi aggiunto che, invece, i 2.400 euro lasciati in un portafoglio da Liliana sono ancora in casa.

In merito la criminologa Roberta Bruzzone, ospite in collegamento, ha affermato che quando verranno chiarite le circostanze dell’accaduto e arriverà il certificato di morte, Visintin sarà l’erede universale e, dunque, l’unico che potrà aver accesso a quella somma, a meno che non vi sia un testamento.

Di questo “tesoretto” si era parlato già nelle scorse settimane. Secondo Claudio Sterpin, ex podista che in passato aveva avuto una relazione con Liliana e con la quale aveva riallacciato i rapporti recentemente, Liliana avrebbe voluto lasciare il marito ed andare a vivere con lui. L’intenzione era, però, quella di continuare ad aiutare economicamente Visintin pagando alcune spese attraverso la pensione che percepiva ed i risparmi di una vita.

Si è ipotizzato che proprio questo denaro potesse essere alla base del presunto omicidio. Un’ipotesi appunto, considerato che non vi sono ancora indagati e che gli inquirenti stanno lavorando da settimane per risolvere il giallo lasciando aperte le ipotesi dell’omicidio e del suicidio.

All’inviata di “Ore 14”, il marito di Liliana ha poi spiegato le regioni del suo cambio di atteggiamento rispetto alle scorse settimane nei confronti dei media: “Voglio stare in pace. Sono solo chiacchiere”. Incalzato dalla giornalista, in merito alle dichiarazioni di Claudio Sterpin, il quale ha parlato della volontà di Liliana di cercare un appartamento per Sebastiano, quest’ultimo ha risposto: “Ma chi è Claudio? Chi è? Non è nessuno”.

Impostazioni privacy