Catherine Spaak è morta, una delle sue ultime interviste: “Ho avuto questa sfortuna…”

L’attrice scomparsa nel giorno di Pasqua, all’età di 77 anni in una recente intervista ha raccontato le difficoltà della sua vita.

Catherine Spaak a “Il Giornale” ha raccontato la vita difficile che è stata costretta ad affrontare sin da bambina.

Catherine Spaak ultima intervista
Catherine Spaak (ansa foto)

Nasce in Belgio ma conosce la fama in Italia grazie al cinema dove debuttò nel 1960 a soli 15 anni. In seguito divenne anche conduttrice televisiva. Conosciuta e amata dal pubblico per la sua estrema bellezza e per il suo talento.

La sua vita sentimentale è stata caratterizzata da due grandi amori: il primo Fabrizio Capucci, che la rese madre a soli 17 anni e poi il cantante Johnny Dorelli.

Due anni fa è stata colpita da un’emorragia cerebrale e oggi si è spenta all’età di 77 anni: da tempo era malata.

La vita difficile di Catherine Spaak

Catherine Spaak ultima intervista
Catherine Spaak (ansa foto)

Nel corso dell’intervista a “Il Giornale” ha affrontato tutte le tappe della sua vita che l’hanno messa a dura prova a partire dal collegio nel quale ha vissuto quando era solamente una bambina. Figlia di uno sceneggiatore noto in Francia, amico di Prevert, finì in collegio insieme a sua sorella Angie poiché quest’ultima non aveva buoni voti a scuola e trascinò anche lei.

Non vedeva quasi mai nè suo padre, nè sua madre che faceva l’attrice e uscita dal collegio ricevette proprio dal papà un passaporto per girare il mondo. Divenne un’attrice famosa e il cinema fu la sua salvezza perché le permise di mantenersi economicamente.

A soli 17 anni rimase incinta e andò a vivere dalla famiglia di Capucci ma presto scappò portando con sé la bambina. Questo non le fu perdonato, la famiglia Capucci sporse denuncia contro di lei e alla frontiera fu arrestata.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —–> Supermercati presi d’assalto finiscono le scorte. Erano impreparati: per quanti giorni gli italiani non potranno fare la spesa?

Il giudice le tolse la patria potestà, con una motivazione discutibile: essendo un’attrice era una donna di dubbia moralità.

Catherine non riuscì più a ricucire i rapporti con sua figlia, neanche dopo l’incidente automobilistico che la coinvolse. A detta sua era stata la famiglia del suo ex ad averla convinta di avere una cattiva madre.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —–> Addio a Catherine Spaak, il mondo dello spettacolo piange la grande artista

Catherine ha portato con sé un grande vuoto dentro e non è mai riuscita a colmare, nel corso della sua vita, l’abbandono da parte della sua famiglia di origine e neanche di sua figlia Sabrina.