Febbre suina, segnalati altri cinque casi in Sicilia

A Messina, dopo i due registrati ad Enna, segnalati altri cinque casi di pazienti risultati positivi ai test per la febbre suina. Una paziente sarebbe deceduta dieci giorni fa.

Ospedale
(Getty Images)

Mentre si sta affrontando l’emergenza per il coronavirus diffusosi principalmente nelle regioni settentrionali, in Sicilia si sono registrati alcuni casi di febbre suina. Nei giorni scorsi due pazienti sono stati ricoverati presso l’ospedale Umberto I di Enna, dove i medici avevano riscontrato loro il virus H1N1. A questi si sono aggiunti altri cinque casi riscontrati a Messina. Una paziente è deceduta dieci giorni fa, mentre una si trova nel reparto di rianimazione dell’ospedale Papardo.

Leggi anche —> Coronavirus, contagiati i primi bambini in Italia

Sicilia, altri cinque casi di febbre suina a Messina: nei giorni scorsi due segnalati ad Enna

Nel pieno dell’emergenza per il coronavirus, che in Italia ha già mietuto 11 vittime per un totale ad oggi di 325 contagi, è apparso nuovamente il virus della febbre suina. Il virus H1N1, che non ha nulla a che vedere con il coronavirus, è stato responsabile della pandemia scoppiata in vari paesi nel 2009 provocando il contagio di centinaia di migliaia di persone e la morte di circa 6mila soggetti. Dopo i primi due casi segnalati presso l’ospedale Umberto I di Enna, dove due pazienti erano risultati positivi ai test, uno dei quali ricoverato in gravi condizioni, ne sono stati registrati altri sempre in Sicilia. Come riporta la redazione de Il Giornale di Sicilia, altri cinque pazienti a Messina sono risultati positivi al virus H1N1, una donna è morta dieci giorni fa ed una sarebbe ricoverata in rianimazione presso l’ospedale Papardo.

Tre persone sono state, invece, dimesse dopo essere guarite dal virus. Tutti, come riferisce Il Giornale di Sicilia, erano ricoverati nel nosocomio siciliano e non si erano sottoposti al vaccino contro l’influenza. In merito ai due pazienti contagiati ad Enna, l’Asp del capoluogo di provincia siciliano ha riferito in una nota: “Tale infezione, appartenente a un vecchio cluster registrato nel tempo e nel territorio è già stata regolarmente comunicata al ministero e all’Assessorato come da procedura“.

Secondo alcuni studi il tasso di mortalità del virus H1N1 si aggirerebbe tra lo 0,02% e lo 0,1 %, stima che però non può essere confermata con sicurezza. Questo perché gli esperti ritengono che alcuni soggetti possano essere guariti senza neanche essere consapevoli di aver contratto il virus.

Leggi anche —> Coronavirus e Sars a confronto, quale più pericoloso

Medico ospedale
(Getty Images)