Lavare le mani. Sì ma senza danneggiare la pelle

Lavare spesso le mani. Come evitare che la pelle si danneggi. I consigli dell’esperto per non fare screpolare o creare ferite sulla cute

mani
lavare le mani (getty images)

Lavare le mani, soprattutto in questo periodo, è fondamentale. Non solo sciacquarle ma anche insaponarle più volte con il sapone che favorisce l’eliminazione dei potenziali patogeni che possono annidarsi sulle mani e l’eliminazione di virus, batteri e protozoi potenziali veicoli di infezione. Bisogna lavarle però correttamente. Non ha importanza usare acqua calda o fredda. “La temperatura dell’acqua non incide sulla qualità del lavaggio poiché è stato dimostrato spiega il professor Carlo Pincelli, docente di dermatologia e direttore del laboratorio di Biologia Cutanea all’Università di Modena e Reggio Emilia –  che sia l’acqua calda che l’acqua fredda hanno simile attività antibatterica“. Ma c’è una differenza. L’acqua calda tende a seccare di più la pelle, mentre l’acqua fredda ha il vantaggio di stringere i vasi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Aria nella pancia, combatterla con gli alimenti giust

Lavare le mani e farlo correttamente

MANI
insaponare la mani (getty images)

Lavare le mani e farlo correttamente. Attenzione ai saponi utilizzati che molto spesso possono irritare la nostra pelle. Il potere irritante dei detergenti diminuisce se nella formulazione dello stesso sono presenti emollienti e idratanti. L’uso di prodotti a base alcolica con emollienti, può in parte ridurre questo fenomeno. Le soluzioni alcoliche più efficaci sono quelle che contengono il 60-80% di alcool e concentrazioni più elevate si dimostrano meno potenti, in quanto le proteine non vengono denaturate altrettanto facilmente in assenza di acqua. Come contrastare l’irritazione? “E’ preferibile utilizzare saponi liquidi privi di tensioattivi e a base di burro di karité e altre sostanze idratanti  – spiega il dottore –  Per contrastare la secchezza che comunque si verifica soprattutto nei mesi invernali e quando ci si deve lavare le mani molto spesso come in certe attività lavorative e in situazioni epidemiche come quella che stiamo vivendo – continua – si debbono utilizzare creme idratanti che proteggano e riparino la barriera cutanea. A questo scopo tali creme debbono essere ricche di ceramidi, acidi grassi e colesterolo“.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Acqua della pasta, i motivi per non buttarla

MANI
mani pulite (getty images)