Antonino Cannavacciuolo rivela: “La vera ricetta del ragù”

Antonino Cannavacciuolo rivela: “La vera ricetta del ragù”

Antonino Cannavacciuolo, lo chef due stelle Michelin ha deciso di svelare una delle ricette più amate da tutti gli italiani: il ragù. Il ragù per molto rappresenta tante cose, rappresenta casa, famiglia, domenica, quando si cresce e si è lontani da casa ci rendiamo conto che quel profumo è una delle cose che ci manca di più. A Napoli è una religione: non manca mai, si mette sul fuoco di prima mattina e il profumo si sente anche per strada. Richiede una lunga cottura a fiamma dolcissima di almeno 5 ore. Serve per consentire alla carne di sprigionare tutto il sapore e il risultato finale non è mai lo stesso, ognuno ha la sua ricetta e la differenza sta nella carne che si usa.

Prosciutto cotto, attenzione, fa davvero bene ai bambini? La risposta della medicina –> LEGGI QUI 

La ricetta di Antonino Cannavacciuolo

Dunque, quale sarebbe questa famosa ricetta di uno degli chef più stellati e amati di tutti i tempi? Non è così difficile come si pensa e, in questo periodo di quarantena forzata, potremmo approfittare del nostro tempo libero per sperimentare.

Ingredienti: 500 grammi di costine di maiale, 1 cipolla bianca, 1 kg di pomodori San Marzano pelati, 1 peperoncino, 1 foglia di alloro, 100 ml di vino rosso, Olio extra vergine di oliva, sale, pepe. Pulite le costine di maiale e tagliatele nel senso dell’osso, cospargetele di sale e pepe e lasciatele marinare per una decina di minuti. Soffriggete in una pentola capiente con un filo d’olio fino ad ottenere una crosticina dorata. Unite la cipolla e il peperoncino, fate appassire e sfumate con il vino rosso. Non appena l’alcol sarà evaporata coprite tutti gli ingredienti con i pomodori pelati. Cuocete il tutto a fuoco lento per 5 ore. A metà cottura unite la foglia d’alloro e a cottura ultimata staccate la carne dall’osso.