Il lavoro di colf e badante durante il Covid19

Il lavoro di Colf e badante può essere sospeso durante l’emergenza Coronavirus – Covid 19? E soprattutto l’astensione deve essere comunque retribuita? Colf e badanti hanno diritto a qualche ammortizzatore sociale? Se sì a quale?

Il lavoro di colf e badante durante il Covid19
Pulizie_pixabay

Questo tipo di attività lavorative possono essere proseguite anche durante l’emergenza anche se pochi giorni fa le associazioni delle famiglie e delle colf e badanti consigliavano di evitarlo.

Leggi anche —>Coronavirus: come gestire colf e baby sitter

Di sicuro è anche possibile sospendere il rapporto di lavoro ed è quindi opportuno chiedersi se è possibile farlo in modo non retribuito oppure soltanto attraverso la fruizione di permessi e ferie (che invece sono retribuiti).
Assindatcolf (Associazione nazionale dei datori di lavoro domestico), alla luce del Decreto Legge del 22 marzo scorso, ha precisato che poichè il lavoro domestico rientra nel codice Ateco 97, l’attività non è soggetta alla sospensione generalizzata che il Governo ha appena messo in atto. Sul sito dell’associazione si trova uno special, oltre all’ultimo comunicato stampa.

Leggi anche —>Come ottenere la sospensione del mutuo

Le vie d’uscita per gestire adesso Colf e badanti

Una prima possibilità è quella di far fruire permessi e/o ferie che sono quindi retribuiti. Un’altra possibilità è quella di aconcedere permessi non retribuiti. Per questo tipo di permessi sarebbe però necessario o preferibile un accordo scritto.

Un’altra via è quella dell’anticipazione di quote del trattamento di fine rapporto. In questo modo si utilizza la retibuzione differita al fine di tutelare il rapporto e evitare il licenziamento.

Infine, sarà possibile per colf e badanti accedere al Fondo per il reddito di ultima istanza, istituito dall’articolo 44 del decreto legge 18/2020 che dovrebbe fornire misure di sostegno al reddito a favore dei lavoratori che hanno cessato, ridotto o sospeso l’attività a causa dell’emergenza Covid19.

Lo scopo della Assindatcolf è però di ottenere, con la conversione in legge del decreto, punta a far ottenere a colf e badanti la cassa integrazione in deroga.

Il lavoro di colf e badante durante il Covid19
Badante_pixabay