Con il virus le donne sono tornate agli anni ’50

Le donne italiane sono in enorme difficoltà. Su di loro grava il peso della cura dei figli a casa da scuole, asili e ogni forma di aggregrazione da mesi. Secondo El Confidencial, giornale digitale spagnolo, le donne italiane sono tornate agli anni ’50.

Con il virus le donne sono tornate agli anni '50
Casalinga (foto Pixabay)

Il gornale spagnolo punta il dito anzitutto sulla scarsa presenza di donne nel comitato di esperti in materia economico-sociale del Governo. Non è infatti passata inosservata in Europa la grande disparità tra il numero degli esperti uomini e quello delle esperte donne nella task force.

Ma questa pare effettiavemente essere soltanto la punta dell’ice-berg.

Infatti, le scuole non riapriranno a breve e i nidi sono esclusi dai servizi che ripartono in questi giorni. Non a caso sono nati due hashtag per sostenere la protesta contro questa scelta del Governo: #Supportiamoiservizi0-3 e #nondimentichiamocideinidi.

Il giornale spagnolo ha dunque colto nel segno e dedica al tema, pressoché ignorato in Italia, un lungo articolo.

Leggi anche —> Scuola Coronavirus | il piano per riprendere le lezioni in classe

Le donne fuori dai giochi e a casa a seguire i figli come negli anni ’50

Con il virus le donne sono tornate agli anni '50
Donna anni 50 con aspirapolvere (foto Pixabay)

Il quadro che ne esce è allarmante e desolante allo stesso tempo. Secondo il giornale spagnolo non solo non ci sono abbastanza donne nella task force, dato inconfutabile e sottolineato da più parti in questi mesi ma soprattutto, pur essendo “in prima linea nella lotta contro il virus, in particolare negli osepdali e nelle case per anziani e disabili” in base a un’indagine svolta da due ricercatori dell’Università Bocconi di Milano, Alessandra Casarico e Slavtore Lattanzio, il 70% dei lavoratori tornati al lavoro dopo il lockdown è composto da uomini.

L’Italia, diversamente da altri paesi, non ha provveduto se non in piccola parte con il bonus baby sitting (600 euro o 1000 se nella famgilia è presente un sanitario ecc.) o, in alternativa, con il congedo famigliare, retributo al 50% e (ora) di 30 giorni, a predisporre soluzioni al problema della cura dei bambini e dei ragazzi che per molti mesi sono rimasti e rimarranno a casa.

Leggi anche —> Decreto Rilancio, bonus baby sitter: come funziona

Con il virus le donne sono tornate agli anni '50
Donna vintage (foto Pixabay)

Il pericolo è che molte donne madri non tornino a lavorare oppure lavorino molto meno.

Potrebbe interessarti anche —> Smart Working: successo o insuccesso? Gli effetti del lavoro da remoto