Zanardi, il medico del 118: “Alex aveva il volto devastato dalle tante fratture”

Il medico del 118 Robusto Biagioni, intervenuto sul luogo dell’incidente in cui è rimasto coinvolto Alex Zanardi, ha raccontato al Corriere della Sera i momenti successivi allo schianto.

Alex Zanardi
Alex Zanardi (Getty Images)

Rimangono stabili, ma gravi le condizioni di Alex Zanardi, l’ex pilota di Formula 1 rimasto coinvolto in un grave incidente venerdì scorso. Questo il contenuto dell’ultimo bollettino medico diffuso nella mattinata di ieri dallo staff dell’ospedale Le Scotte di Siena, dove il campione paralimpico si trova ricoverato nel reparto di terapia intensiva. In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, Robusto Biagioni, medico di emergenza e responsabile del 118 della zona di Grosseto, a bordo dell’eliambulanza intervenuta sul luogo dell’incidente, ha raccontato i terribili momenti successivi all’impatto e le operazioni di soccorso.

Leggi anche —> Alex Zanardi | nuovo bollettino | il parere dei medici

Alex Zanardi, parla il medico del 118 intervenuto sul posto: “Sono convinto che ci siano buone speranze”

incidente Zanardi
Alex Zanardi (Getty Images)

Abbiamo trovato Zanardi in condizioni gravissime. In quello stato poteva resistere pochi minuti soltanto“. Queste le parole del medico di emergenza Robusto Biagioni, intervistato dal Corriere della Sera, che venerdì pomeriggio è intervenuto sul luogo dell’incidente in cui è rimasto coinvolto il campione paralimpico Alex Zanardi. Biagioni, arrivato sul posto a bordo dell’eliambulanza decollata da Grosseto, spiega che per prima ad assistere l’ex pilota di F1 è stata la collega dell’ambulanza che lo aveva trovato in stato comatoso.  “Muoveva le braccia – aggiunge il medico- in modo sconnesso, urlava. Il volto era devastato dalle tante fratture, ma ciò che ci preoccupava maggiormente era la lesione molto grave che dall’occhio destro si allungava su tutta la faccia. A cui si aggiungevano altre lesioni alla testa“.

Il responsabile del 118 della zona di Grosseto prosegue spiegando le manovre di soccorso che hanno permesso ai medici di stabilizzare Zanardi e tenerlo in vita. Secondo Biagioni, l’operazione decisiva è stata il passaggio della cannula tubo fino alla trachea che ha consentito di intervenire con la respirazione artificiale. “Il passaggio – spiega il medico, come riporta Il Corriere della Seranon è stato facile perché il volto era devastato dalle fratture“. Terminata questa fase, racconta il responsabile del 118, i soccorritori hanno proceduto a bendare il volto e stabilizzare le fratture di Zanardi che poi è stato caricato sull’elicottero e trasportato in ospedale, dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.

Commosso il medico racconta di aver incontrato più volte l’ex pilota di F1 descrivendolo come una persona eccezionale che spesso andava a trovare i medici del 118. Per questa ragione, aggiunge, è stata dura mantenere la calma quando lo ha soccorso in quelle condizioni.

Leggi anche —> Niccolò Zanardi su Instagram: “Forza papà, ti aspetto, torna presto”

Alex Zanardi nuovissimi aggiornamenti gravi problemi in futuro
(Getty Images)

Per Biagioni, medico da quarant’anni, non è il primo intervento in casi così gravi: “Sono intervenuto in situazioni anche peggiori che, a volte, si sono risolti positivamente. Per questo sono convinto che ci siano buone speranze che Alex ce la possa fare, dato anche che è un atleta e ha una voglia di vivere e una grinta incredibili“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.