Koala, stimata la data della loro estinzione: l’allarme da un’indagine governativa

Le autorità Australiane hanno stimato che i koala potrebbero estinguersi nel giro di pochi anni: il tempo è poco e bisogna agire con rapidità.

Koala
(Getty Images)

Nel Nuovo Galles i Koala potrebbero estinguersi tra trent’anni. Un recente studio delle autorità australiane stima che il piccolo mammifero potrebbe nel 2050 sparire per sempre dal Nuovo Galles. Ed infatti, il loro habitat purtroppo negli ultimi decenni è stato stravolto dall’uomo, dai catastrofici eventi climatici e dagli incendi dello scorso anno.

Leggi anche —> Animali in via di estinzione: aggiornata la lista delle specie in pericolo

Indagine governativa del Comitato australiano: l’estinzione dei Koala prevista per il 2050

Koala
(Getty Images)

Un’indagine governativa, riporta la redazione de La Repubblica, quella condotta dal Comitato australiano a cui hanno preso parte numerosi partiti politici a mezzo della quale è stato scoperto l’allarmante dato. Stando al rapporto, nel Nuovo Galles del Sud il dato in cui si riportava la presenza di oltre 35mila koala non era attendibile. Ad oggi dei teneri mammiferi ce ne sarebbero solo 20mila. A causare questa diminuzione non solo gli incendi, dato confermato anche dal presidente del comitato del Senato regionale. Già prima dei roghi che hanno devastato la regione australiana le autorità avevano trovato gli animali fortemente disidrati e malnutriti.

La carenza di piogge, il cambiamento climatici e gli investimenti da parte dei veicoli avevano compromesso l’esistenza della specie. Peraltro alcuni esemplari avevano sviluppato malattie letali come la clamidia. Una commistione di fattori che è andato ad agire su un quadro già altamente compromesso.

World Wide Fund for Nature, richiesto intervento governativo

Un rapporto non rimasto fine a sé stesso, ma che anzi ha smosso numerose associazioni, prima fra tutte il World Wide Fund for Nature. Il WWf, riporta la redazione de La Repubblica, ha stilato un elenco con 42 punti da sottoporre all’attenzione del Governo affinché quest’ultimo possa intervenire per bloccare la possibile estinzione. In primo luogo l’organizzazione ha richiesto alle Autorità il divieto assoluto di disboscamento, poichè sono proprio gli alberi ad essere il rifugio sicuro dei koala. Un luogo dove trovano riparo e soprattutto rappresentano una fonte di sostentamento.

Leggi anche —> La sesta estinzione di massa è alle porte: coinvolgerà anche l’uomo – VIDEO

Koala
(Getty Images)

In sostanza, la grave estinzione è quasi inesorabile e le previsioni parlano di soli 30 anni. È necessario un intervento rapido e soprattutto risoluto per scongiurare il disboscamento e provare a salvare ciò che rimane dell’habitat dei koala.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.