Genova, uomo finisce in ospedale dopo aver mangiato una brioche

Finisce in ospedale dopo aver mangiato una brioche. Questa è la sfortunata vicenda di un uomo di Genova che, dopo aver accusato forti dolori, è finito in pronto soccorso

Brioche (GettyImages)
Brioche (GettyImages)

Un malcapitato è finito in ospedale dopo aver mangiato una brioche. Questa la strana vicenda accaduta ad un uomo di Genova che qualche giorno fa, dopo aver mangiato una brioche ed aver accusato forti dolori, è finito direttamente in pronto soccorso del quartiere Sampierdarena. Nessun risvolto tragico per fortuna ma sono stati comunque contattati i Nas: sembra infatti che responsabile del malore sia stata la presenza altamente nocive contenute in un croissant artigianale acquistato.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE —> Vi ricordate Annuccia? Oggi ha 25 anni ed è così 

L’uomo aveva acquistato la brioche all’interno di un negozio presso un mercato rionale dove i prodotti erano spacciati come totalmente artigianali e prodotti al momento mentre invece erano acquistati da un altro laboratorio del mercato e poi scongelate all’esigenza. Secondo quanto si apprende dalla ricostruzione dei Carabinieri, il rifornimento avveniva periodicamente, ma la merce era controllata alla consegna.

Muffa all’interno della brioche acquistata

Brioche (GettyImages)
Brioche (GettyImages)

Tutti i prodotti da forno venduti nel negozio erano spacciati come freschi ma in realtà erano solo acquistati congelati e riscaldati al momento dell’acquisto degli ignari clienti. I Nas durante i controlli hanno anche trovato un intero lotto di brioche ricoperte di muffa e sembra che ne facesse parte anche quella acquistata dall’uomo ricoverato. La merce ammuffita, ingerita dal malcapitato, ha causato dunque il malore; l’intero lotto ha subito il sequestro da parte dei Carabinieri dal Ministero della Salute.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>> Vi ricordate Mimmo de I Cesaroni? Oggi è così 

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Sono in corso maggiori perquisizioni e accertamenti sul sistema adottato dai due negozianti coinvolti. L’uomo al momento sta bene ma non vuole sentir parlare di brioche e dolciumi in generale.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale , seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter