Mangia zucchine coltivate nel suo orto: qualcosa non ha funzionato

Mangia zucchine del suo orto durante la quarantena, sente un forte malessere e finisce in ospedale intossicata. Disavventura per una donna inglese di 38 anni

Mangia zucchine
Danielle Baxter – Foto dal Web

Danielle Baxter deve avere preso veramente alla lettera le disposizioni anti Covid, al punto che, pur di non uscire di casa durante la quarantena, ha deciso di mangiare solo prodotti del suo orto.

La donna di  Southend, Essex (Inghilterra) ha ingerito infatti delle zucchine cresciute dopo aver piantato dei  semi Unwins, non sospettando minimamente che potessero essere tossici.

Secondo quanto riportato dal The Sun, Danielle aveva sintomi particolari: febbre alta, vomito e diarrea. Ha chiamato i soccorsi subito dopo aver letto online che i vegetali da lei prodotti potevano sprigionare sostanze velenose.

Solitamente le zucchine coltivate contengono bassi livelli di tossine. Non risultano essere dannose per gli umani. A volte però può succedere che fecondazioni incrociate di semi ne producano una concentrazione più alta. Possono causare sintomi come nausea, vomito, diarrea, perdita di capelli e arrivare alla morte, se consumate in grandi quantità.

L’azienda inglese Westland che vende i semi Unwins ha subito sospeso la diffusione di lotti considerati pericolosi.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Mangia zucchine
Semi Unwins – Foto dal Web

Danielle Baxter si è ripresa fortunatamente dopo 5 giorni e ha così dichiarato: “Adoro fare giardinaggio pur non essendo un’esperta. Non avevo idea che ci potessero essere rischi nel piantare zucchine. Di certo non lo farò nuovamente.”

Guy Barter della Royal Horticultural Society ha detto di fare particolarmente attenzione al sapore delle cucurbitacee, se sono troppo amare potrebbe essere un campanello d’allarme per qualcosa che non va come dovrebbe.

Leggi anche >>> MUORE PER UN INCIDENTE A 28 ANNI. LA SUA LAUREA ERA PREVISTA LUNEDÌ