Bari. Non paga il parcheggiatore abusivo e trova l’auto danneggiata

Si rifiuta di pagare il parcheggiatore abusivo e riceve un bel danno alla macchina. Lo sfogo di Marianna sui social diventa virale.

«Non è normale che sia normale». Comincia così il post di Marianna Panzarino, protagonista di uno dei tanti episodi di criminalità accaduti nel nostro Paese.

Questa volta il fattaccio è avvenuto a Bari. La ragazza, come racconta nel video pubblicato sul suo profilo, era arrivata a Molo San Nicola per passare una serata con gli amici. Dopo aver lasciato l’auto in uno spazio qualunque della città adibito al parcheggio le si avvicina un uomo che «non chiede ma afferma “un euro!”» scrive la ragazza.

parcheggio abusivo

Viviana questa volta non ci sta, e rifiuta di pagare “il pizzo”. E la sua fermezza riceve in cambio un bel premio: a fine serata trova l’auto danneggiata.

Leggi anche –>Intervento chirurgico programmato e sempre rinviato | si opera da sé

Il post di Marianna

parcheggio abusivo
Molo San Nicola (Foto dal web)

«É una prassi consolidata, una regola non scritta, non detta, ma che tutti conosciamo bene. “Non mi paghi? Ok, ma poi non è detto che ritrovi la macchina così come l’hai lasciata» Scrive la ragazza.

Leggi anche –> Tragico evento in piscina: 20enne si tuffa e non riemerge più

E continua «Non serve dirlo. Lo sai già. E il fatto di saperlo ti carica di quella responsabilità per cui “Se tu non paghi devi aspettartelo, è normale!”. Quindi alla fine se ti danneggiano l’auto ti senti anche in colpa per non aver piegato la testa a cercare “due spicci” e non aver accettato l’intimidazione di chi evidentemente si sente legittimato a delinquere».

parcheggio abusivo
Marianna e la sua auto danneggiata (Foto dal web)

Poi, Marianna, arriva al punto focale della questione: «La cosa più amara è la reazione delle forze dell’ordine che sminuendo la questione con un paternalistico “Sa quante cose peggiori vediamo noi? Purtroppo funziona così” coronano definitivamente l’isolamento del cittadino di fronte alla sopraffazione del criminale».

Leggi anche –> Grecia, la testimonianza di una turista italiana: “Siamo le uniche con la mascherina”

Quella di Marianna è la denuncia di chi non può più accettare questa anormale normalità. Così, dopo essere stata bellamente ignorata dalle forze dell’ordine, lancia un appello ad Antonio Decaro, sindaco di Bari e all’Italia intera:

«La mia riflessione va tutte quelle storie di cittadini abbandonati a loro stessi, lasciati soli ad affrontare quelle malattie sociali che le istituzioni non riescono ad affrontare».

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter