Caso Roberta Ragusa: dichiarata ufficialmente dal Tribunale la morte

L’imprenditrice Roberta Ragusa, scomparsa nel 2012, è stata dichiarata ufficialmente morta dall’anagrafe attraverso un decreto firmato dal Tribunale.

Roberta Ragusa
Roberta Ragusa (foto dal web)

Roberta Ragusa è stata dichiarata ufficialmente deceduta. A deciderlo è stato un decreto firmato dal Tribunale, su richiesta dei figli Alessia e Daniele Logli, che ha accertato la morte della donna. “Uccisa – si legge nel documento- il 14 gennaio 2012 sul territorio di San Giuliano“. Per l’omicidio dell’imprenditrice, scomparsa nel gennaio del 2012, è stato condannato lo scorso anno in via definitiva a 20 anni di reclusione il marito Antonio Logli che sta scontando la propria pena nel carcere di Livorno.

Leggi anche —> Caso Ragusa, i legali di Logli chiedono la revisione del processo: “Roberta avvistata in Liguria”

Roberta Ragusa dichiarata ufficialmente morta: i figli potranno accedere alla successione dei beni

Roberta Ragusa
Roberta Ragusa (foto dal web)

Uccisa il 14 gennaio 2012 sul territorio di San Giuliano“. Roberta Ragusa è stata dichiarata ufficialmente morta dall’anagrafe. Il Tribunale, come riporta Leggo, su richiesta dei figli Alessia e Daniele Logli, ha dichiarato ufficialmente deceduta la donna firmando un decreto che ne attesta la morte. In tal modo è stata risolta l’incongruenza tra quanto affermato in sede civile e penale, sollevata dagli stessi figli che adesso potranno accedere alla successione dei beni. L’imprenditrice, riferisce Leggo, era proprietaria di un fondo patrimoniale, di due immobili e del 50% di un appartamento a Capoliveri.

Per l’omicidio dell’imprenditrice era scomparsa da Gello, in provincia di Pisa, nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012, la Corte di Cassazione nel luglio del 2019 aveva condannato in via definitiva il marito della donna, Antonio Logli. L’uomo, che si è sempre dichiarato innocente ed estraneo ai fatti, è attualmente detenuto nel carcere di Livorno, dove sta scontando la pena inflittagli. Alessia e Daniele hanno sempre creduto alla versione del padre che ha sempre sostenuto si sia trattato di un allontanamento volontario. Per questa ragione la difesa è in procinto di richiedere la revisione della sentenza e presentare un ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo.

Leggi anche —> Roberta Ragusa, il corpo nel tombino: il motivo per cui suo marito non svelerà mai dove si trova

Tribunale martina rossi
(Getty Images)

In merito il legale dei figli della Ragusa, l’avvocato Linda Sozzi, scrive Leggo, ha affermato che nonostante la sentenza dei giudici, sia il Tribunale civile che la Procura della Repubblica hanno autorizzato l’aggiornamento dello stato civile dell’imprenditrice.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Impostazioni privacy